Di Marzio: “Benevento, che pubblico: al Vigorito il calcio di una volta”

Benevento - L'entusiasmo della piazza e una tifoseria come quelle di una volta. Le armi in più del Benevento, secondo Gianluca Di Marzio, sono tra le

lettura in 2 min

Benevento – L’entusiasmo della piazza e una tifoseria come quelle di una volta. Le armi in più del Benevento, secondo Gianluca Di Marzio, sono tra le più genuine che esistano. L’esperto di calciomercato di Sky, intervistato dal Corriere dello Sport, ha espresso la sua opinione su una squadra che conosce bene: “Lo scorso anno ho avuto modo di seguirla attentamente in serie B, ci sono tante cose che mi hanno colpito. Quando andai a Benevento per la telecronaca dei quarti di finale play off mi impressionò vedere la gente arrivare allo stadio con largo anticipo e con gli occhi innamorati. Il simbolo della strega era ovunque. Si percepivano la scaramanzia e la paura di non potercela fare. Quello giallorosso è un pubblico d’altri tempi”. 

Non solo aspetti extra-campo, ma anche una squadra che potrà dire la sua grazie a una proprietà forte: “C’è tanta ambizione; la serie A era nella testa della società ed è stata raggiunta con merito. Ciciretti è il genio della squadra, mentre la qualità migliore del gruppo è la compattezza. Lo scorso anno Baroni ha dimostrato anche tante capacità gestionali. Spesso viene criticato perché non è un personaggio, ma è nato per allenare. Sarà importante non avere fretta perché per il Benevento si tratta di un nuovo inizio. Davanti gli attaccanti fanno fatica a segnare, ma per Coda è il primo anno in A e Iemmello deve ambientarsi. Occorre fiducia”.

 

Commenti