Ponte dell’Immacolata, tutto esaurito a Napoli ma mancano i trasporti

NAPOLI - La città di Napoli ancora una volta si attesta come città al centro d'Italia come meta turistica. Strutture ricettive al completo in Campania

lettura in 2 min

NAPOLI – La città di Napoli ancora una volta si attesta come città al centro d’Italia come meta turistica. Strutture ricettive al completo in Campania in occasione del ponte dell’Immacolata. Napoli si conferma regina delle prenotazioni con punte che vanno anche oltre il 90% e con un overbooking ormai certo grazie al last second. Bene Salerno che registra già quasi il tutto esaurito, per la Penisola Sorrentina, per molti comuni della Costiera Amalfitana e per le isole. Questa la fotografia dell’Osservatorio extralberghiero Abbac sui pernottamenti e sull’indice di occupazione delle camere di bed&Breakfast, affittacamere, case e appartamenti per vacanze, locazioni brevi e country house in Campania. La media di pernotti per questo ponte è di 2,5 e con un prezzo che oscilla tra i 70 e 110 euro a camera doppia. A Napoli è boom nei decumani e nel centro storico e nella via dei presepi di San Gregorio Armeno non c’è una camera disponibile da giorni e si assottiglia sempre più in queste ore la possibilità di trovare camere libere anche alla Riviera di Chiaia e al Vomero. Nell’area vesuviana (Portici, Ercolano, Torre del Greco, Vesuvio) e nei Campi Flegrei aumentano le richieste di ospiti stranieri che puntano ad un prezzo più basso utilizzando il servizio di trasporto pubblico. Difficile trovare camere a Salerno, dove la media dei pernotti è di due circa, ed è tutto esaurito anche nell’hinterland tra Vietri sul Mare, Cava dei Tirreni, Pontecagnano e Battipaglia. Bene le strutture ricettive dell’area Sorrentina e della Costiera Amalfitana. Si riscontrano segnali incoraggianti per agriturismi, country house e b&b in Irpinia e Beneventano dove la media di pernotto è stabile ad 1,5 e con previsioni che dipendono dai last second. Ma c’è il nodo cruciale dei trasporti. Una situazione dura e paradossale che accende ancora di più l’allarme nella città.

mercatini natale 2017

Commenti