“InCanto di Natale”, Giordano: “Tutti a fare il selfie sotto la palla” (VIDEO)

Mastella: "Una grande Sagra Internazionale".

Benevento -  Si parte con "InCanto di Natale" l’iniziativa promossa dal Comune di Benevento, in collaborazione con l’EPT. E’ stato svelato questo

lettura in 5 min

Benevento –  Si parte con “InCanto di Natale” l’iniziativa promossa dal Comune di Benevento, in collaborazione con l’EPT. E’ stato svelato questo pomeriggio il variegato calendario di  mostre, eventi e concerti che caratterizzeranno l’intero periodo natalizio. “Una grande Sagra Internazionale”. L’ha definita così, ironicamente, il sindaco di Benevento Clemente Mastella: “Queste sono iniziative importanti per rilanciare l’economia delle piccole imprese, dei commercianti e recuperare una forma di centralità di Benevento. La città – ha proseguito Mastella – si rimette in movimento, riaprono banche, ristoranti; InCanto di Natale è una manifestazione che abbiamo voluto anche per spingere all’ottimismo in un momento non semplice come quello odierno in cui il Sud vive una grande disaggregazione sociale”.

Mastella ha anche annunciato la firma per l’accordo sul Programma Integrato Città Sostenibile (PICS) in cui le Città definiscono un Programma per l’individuazione di interventi coerenti con le priorità di investimento tra cui la sistemazione del Teatro Romano. Previsto un finanziamento di 30 milioni di euro. 

Picucci e Ambrosone annunciano anche la riapertura dei teatri cittadini e la valorizzazione di palazzo Bosco Lucarelli: “Il Teatro San Nicola di Benevento sarà inaugurato il 6 gennaio con un concerto di canti natalizi e brani della tradizione napoletana a cura del Conservatorio “Nicola Sala”. Il giorno successivo spettacolo di cornamuse e canto beneventano. Tutto ciò in attesa dell’inizio dei lavori per la riapertura del Teatro Comunale. In più – ha aggiunto l’Assessore alla Cultura Picucci – abbiamo intercettato dei fondi regionali che utilizzeremo per una rassegna teatrale. Con “InCanto di Natale, invece, abbiamo puntato su un mix vincente di spettacolo, cultura, commercio, turismo ed economia”.

Dunque canti natalizi, zampognari, vari Babbo Natale, palle e alberi luminosi ma anche mostre, un premio alla carriera a Sandra Milo, Tony Esposito, i mercatini, le zeppole e il baccalà. E poi il gran concerto di Capodanno con la star pop nazionale Arisa e l’immancabile dj set di Radio Company prima del brindisi con il Sindaco a Piazza Castello. Si parte, dunque, domani con il concerto “Mille voci per il Natale”, a cura delle scuole della città, e l’accensione delle luminarie e del grande Albero tecnologico di piazza IV Novembre.

Da segnalare che, a partire da giovedì e per tutto il periodo natalizio, per i più piccini le giostre in piazza IV Novembre e in piazza Federico Torre ci sarà il Villaggio di Babbo Natale con una enorme sfera luminosa, alta 7 metri dove, ha sottolineato il direttore artistico della manifestazione, Renato Giordano: “Potremo farci un bel selfie sotto la nostra palla gigantesca”.

A piazza Dogana, presso il Chiostro della Chiesa di San Francesco, sarà allestito un ulteriore Villaggio di Babbo Natale, a cura della Cooperativa Sociale “Un Passo in Più”. Nella Galleria Bosco Lucarelli, infine, dall’8 dicembre al 7 gennaio, sarà allestito un Mercatino Solidale a km 0, “Sale della Terra”, a cura della Caritas, e tutti i lunedì e venerdì, dalle ore 11 alle ore 13 e dalle ore 17 alle ore 19, sarà possibile fare la “spesa solidale”, partecipando al progetto “Aggiungi un posto a tavola”.

Entusiasta il direttore artistico della manifestazione, Renato Giordano:Un grande Natale. Le luminarie ci saranno anche al quartiere Pacevecchia, a Capodimonte, Rione Libertà. Mostre ma anche spettacoli al carcere, all’ospedale, il cinema, il teatro e tante iniziative per i bambini. E poi la novità della gigantesca palla dove poter fare un selfie. Fatevi un selfie sotto la nostra palla e poi il 31 dicembre con la cantante Arisa” .

Nel video, l’intervista al direttore artistico della manifestazione Renato Giordano

 

mercatini natale 2017

Commenti