Tempo di lettura: 2 minuti

Rotondi (Av) – “Sono profondamente indignato. Ho appreso con profondo dispiacere che la scorsa notte un nostro sostenitore è stato aggredito da un candidato consigliere dell’altra lista. Innanzitutto, esprimo la mia massima vicinanza al ragazzo che per futili motivi è rimasto vittima di un vile atto di violenza. Un episodio gravissimo, ancora più preoccupante se consideriamo che l’autore del gesto è un candidato alla carica di consigliere comunale, persona che intende rappresentare la comunità di Rotondi durante la prossima consiliatura”.

È il commento di Pino Gallo, candidato sindaco della lista “ViviAmo Rotondi”, in seguito all’aggressione che sarebbe avvenuta ieri sera nel piccolo centro caudino.
 
Secondo le prime ricostruzioni – spiega Gallo – al ragazzo sarebbero state rivolte parole ignobili e rinfacciate le umili origini, come se le condizioni sociali fossero una colpa. Successivamente, il giovane sarebbe stato accusato di mancata riconoscenza rispetto a dei presunti aiuti che avrebbe ricevuto. Nonostante le gravi offese, il ragazzo, un libero sostenitore della nostra squadra – aggiunge il commercialista di Rotondi –  ha mantenuto la calma non cedendo a provocazioni. Alla sua mancata reazione, evidentemente in contrasto con i toni dell’accusatore, sarebbe seguita la violenza fisica con schiaffi e spintoni. Solo l’intervento provvidenziale di altri giovani presenti avrebbe evitato il peggio”.
 
Il candidato alla fascia tricolore di Rotondi, Pino Gallo, evidenzia: “Mai mi sarei aspettato un fatto del genere, innanzitutto rivolgo al nostro giovane concittadino tutta la mia solidarietà e vicinanza, anche da parte  del gruppo che mi onoro di rappresentare. Episodi del genere vanno condannati da tutta la comunità e in modo particolare dai partecipanti alla competizione elettorale, a prescindere dai ruoli, dalle posizioni politiche o dai colori di partito. Mi auguro vivamente che il candidato sindaco della lista avversaria e la sua compagine prendano quanto prima le distanze da quanto accaduto e si adoperino per ristabilire il clima di leale competizione che ci si aspetterebbe in un paese civile. I cittadini – conclude a Gallo – meritano tutt’altro scenario politico e di civiltà e sono sicuro che sapranno scegliere per il meglio, senza condizionamenti e in piena libertà ViviAmo Rotondi”.