Tempo di lettura: 3 minuti

Avellino – Seconda vittoria consecutiva per l’Avellino di Ezio Capuano. Nel turno infrasettimanale contro la Paganese basta l’inzuccata nel secondo tempo di Albadoro. L’attaccante festeggia al meglio il suo compleanno con il ritorno al gol. Ritorno alla vittoria in casa per l’Avellino che non vinceva dallo scorso 8 dicembre contro la Sicula Leonzio. Il successo odierno permette ai lupi di raggiungere quota 37 punti in classifica.

Primo tempo. Le defezioni non lasciano spazio al turnover per Capuano. Due novità rispetto al Rende, entrambe in attacco: giocano Sandomenico, preferito a Ferretti in sostituzione dell’infortunato Izzillo, e Albadoro, al posto dello squalificato Pozzebon. Lupi pericolosi con un calcio piazzato battuto da Di Paolantonio, a pescare Albadoro sul secondo palo. Il tiro al volo dell’attaccante è stato rimpallato da Panariello, che ha sventato la minaccia.  Al 10’ cross di Di Paolantonio per Illanes che imbatta di testa. Il pallone termina di un soffio a lato. La Paganese risponde al 13′ con la conclusione di Diop, ma Dini chiude in calcio d’angolo. Risponde l’Avellino con la percussione di Micovschi per Parisi, la conclusione termina fuori. Incredibile chance non sfruttata da Albadoro. L’attaccante ha vinto il rimpallo con il portiere Scevola, uscito male con i pugni. Il pallone è rimasto in area piccola, ma Caccetta è intervenuto in anticipo calciandolo in angolo prima che Albadoro potesse spedirlo nella porta sguarnita. Al 44′ palla al centro di Sandomenico per Albadoro che calcio, ma Scevola chiude lo specchio. Termina così il primo tempo sul risultato di 0-0. 

Secondo tempo. Dentro Ferretti per Sandomenico nella ripresa. Nessuno stravolgimento tattico per Capuano. Al 9′ Ferretti, spreca anche lui. L’attaccante si ritrova il pallone sul destro, dopo un controllo mancato di Albadoro, ma tutto solo davanti a Scevola gli calcia addosso. Entra Garofalo per De Marco. La Paganese prova a smuovere le acque con l’ingresso di Scarpa, Erra passa al 4-3-3. Al 22′ l’Avellino passa in vantaggio. Micovschi difende palla servendo Di Paolantonio, per il cross perfetto per l’inzuccata di Albadoro: pallone contro il palo interno e poi in fondo alla rete. Ci prova all’83’ il neo entrato Rossetti con l’inzuccata di testa. La sfera termina sopra la traversa. Dopo un lungo recupero arrivano i titoli di coda. L’Avellino strappa la seconda vittoria consecutiva.

Il tabellino di Avellino-Paganese 1-0:

Rete: 22’st Albadoro (A)

Avellino (3-4-3): Dini; Illanes, Morero, Laezza; Celjak, De Marco (54’st Garofalo), Di Paolantonio, Parisi; Micovschi (76’st Rossetti), Albadoro, Sandomenico (45’st Ferretti (90’st+4 Bertolo). A disp.: Tonti, Pellecchia, Njie, Rossetti, Ferretti, Bertolo, Evangelista, Garofalo, Federico, Rizzo. All.: Capuano.

Paganese (3-5-2):  Scevola; Sbampato, Stendardo (82’st Schiavino), Panariello; Carotenuto (57’st Scarpa), Capece, Caccetta (71’st Calil), Gaeta, Mattia; Diop, Guadagni (82’st Alberti). A disp.: Bovenzi, Campani, Bramati, Alberti, Scarpa, Cavucci, Calil, Bonavolontà, Schiavino, Acampora, Musso. All.: Erra.

Arbitro: Bitonti di Bologna. Assistenti: Massara di Reggio Calabria e Terenzio di Cosenza.

Note: ammoniti: Morero, Albadoro (A), Panariello, Capece, Diop, Sbampato (P) ; angoli: 7-2; recupero: 0’pt – 4’st.