Tempo di lettura: < 1 minuto

Avellino – Nella lunga estate calda tra iscrizioni, trattative e soprattutto rivoluzione societarie spunta nuovamente il nome di Luigi Izzo e Sabatino Autorino. I due imprenditori della Valle Caudina hanno vissuto poco più di due mesi al comando dell’Avellino per poi passare il testimone, insieme a Nicola Circelli, all’attuale proprietà timonata da Angelo Antonio D’Agostino.

Ebbene i due potrebbero essere avversari dell’Avellino nella prossima stagione. Nella giornata di ieri c’è stato un confronto con il sindaco di Potenza per la società lucana. Nei giorni scorsi l’attuale patron, Salvatore Caiata, ha lanciato il suo grido d’allarme per il futuro della società potentina. Dalla sua, Caiata, non conoscendone identità, solvibilità e intenzioni ha declinato l’invito a mostrare le carte contabili ai due ex dirigenti dell’Avellino.