Tempo di lettura: 2 minuti

Il corpo dei Vigili del Fuoco in festa per la celebrazione in onore di Santa Barbara. Una festa cominciata alle 9.30 con un programma intenso. Il Comandante Provinciale Rosa D’Eliseo ha deposto una corona di fiori sulle tombe di due vigili del fuoco scomparsi in giovane età: Generoso Iandolo e Antonio De Fazio.

Nel contesto della festività, si è organizzato, grazie ai volontari dell’Associazione Vigili del Fuoco “Pompierepoli”.

Ospiti presso la caserma i bambini del quinto circolo sede di Capriglia irpina e il plesso di Aiello del Sabato. Presenti alla cerimonia Autorità, a partire dal sindaco di Avellino Paolo Foti, rappresentati civili e militari che hanno assistito alla discesa del tricolore con l’intervento del personale specializzato Speleo-Alpino-Fluviale, sulle note dell’inno di Mameli.

Poi la Santa Messa che è stata officiata dal Vescovo di Avellino Monsignore Arturo Aiello alla quale hanno partecipato oltre alle Autorità  una folta rappresentanza del personale operativo e dei pensionati insieme alle loro famiglie.

 

Al termine della celebrazione liturgica il Comandante Provinciale Rosa D’Eliseo ha tenuto un breve discorso di saluto ai presenti, in occasione del quale ha tracciato un bilancio dell’attività svolta dal Comando durante l’anno. Dopo la lettura dei messaggi augurali dei vertici dell’Amministrazione si è svolta la consegna delle benemerenze al personale operativo e in quiescenza.  Le celebrazioni si sono concluse, con i saggi professionali del personale operativo.

“E’ stato un anno impegnativo, fatto di tantissimi interventi soprattutto per l’emergenza incendi. Un anno positivo in crescita anche se sono aumenti gli interventi. Circa 2000 operazioni in più rispetto allo scorso anno. Ma il personale ha lavorato sempre con impegno, professionalità e amore per i cittadini “- spiega il comandante Rosa D’Eliseo.