Tempo di lettura: 1 minuto

Avellino – “Dopo Potenza ho chiesto scusa alla piazza – ammette Rodolfo Vanoli, tecnico del Bisceglie – Ero consapevole che gli errori erano frutto di maturità. Non era facile giocare una partita del genere ai miei ragazzi. Chapeau ai miei ragazzi”. “Lo spirito del gruppo è venuto fuori. In sette gare abbiamo ottenuto buon risultati, ma va dato il giusto merito alla squadra. Siamo partiti in ritardo per via delle tante problematiche”. 

“Non c’è nulla di immeritato – continua – L’Avellino allo svantaggio ha cambiato sistema di gioco. Era normale subire qualcosa. Giocare qui non era facile. Ricordo bene ai tempi di De Napoli che non era assolutamente facile”.