Tempo di lettura: < 1 minuto

Avellino – E’ cominciata una settimana decisiva in casa Avellino. La pausa di riflessione post eliminazione dai playoff sta per scadere. Entro mercoledì è atteso l’incontro tra il presidente Angelo Antonio D’Agostino, il direttore sportivo Salvatore Di Somma e il tecnico Piero Braglia. La voglia di riscatto dopo l’eliminazione ad opera del Padova è tanta per la società biancoverde.

Negli ultimi giorni il tecnico toscano ha ricevuto una chiamata dal Cosenza di Eugenio Guarascio. Una telefonata di cortesia per sondare il terreno per l’eventuale, oggi lontano, ritorno del trainer di Grosseto sullo scranno dei rossoblu. Il progetto cosentino è da ricostruire visto la retrocessione dalla Serie B alla LegaPro. Braglia da par suo ha dato la priorità all’Avellino, ma a patto che si venga a creare un progetto ambizioso. Non è un mistero che Braglia, prima del ritiro, vuole vincere l’ennesimo campionato.

Dalla sua la società vorrebbe puntellare la squadra con 4/5 innesti di categoria. Ad oggi l’Avellino ha 18 elementi sotto contratto. Una base solida su cui ripartire, anzi costruire anche in ottica rinnovi. Ultimi quarantotto ore di riflessione per riaccendere i motori.