Tempo di lettura: < 1 minuto

Avellino – E’ conto alla rovescia per l’esordio in campionato dell’Avellino. Domenica sera, ore 20.30, sarà sfida al Partenio-Lombardi contro il Campobasso dell’ex Mirko Cudini. “Affrontiamo una partita complicata e lo faremo nel modo giusto. Le prime quattro o cinque gare sono le più pericolose perché le squadre si devono assestare”. E’ il chiaro messaggio che arriva dal tecnico dei lupi, Piero Braglia.

“Mi serve un sostituto di Kanoute o di Micovschi, dopodiché i giochi sono fatti – ammette il tecnico toscano – Da questo momento in poi deve essere il campo a parlare. Sappiamo dove vogliamo e dove possiamo andare. La presunzione non paga e rischia di mandarci a sbattere”. Non mancano le staffilate: “I campionati si vincono con unione dell’ambiente che qui in questo momento non c’è – afferma – Basta leggere di qua o di là per vedere che c’è sempre qualcosa che non va. Non posso dire di essere sicuro di vincere altrimenti sarei un cretino. Dico che ci dobbiamo provare. Possiamo giocare un campionato importante e lo sappiamo”.