Tempo di lettura: 1 minuto

Sarà uno dei Paesi che, insieme alla Germania, darà probabilmente l’ok per primo al calcio per ripartire. La Francia prepara il ritorno in campo di Ligue 1 e Ligue 2 e saranno questi gli unici tornei certi di riprendere nella nazione transalpina. Il Comitato Esecutivo della Federcalcio francese ha infatti deciso di porre fine a tutte le Leghe, i Distretti, i campionati National 2, National 3, la D2 femminile e di futsal e i campionati nazionali giovanili. I vertici federali hanno stabilito che non sussistono le condizioni per portare a termine queste competizioni, mentre in bilico rimangono la terza divisione (National 1) e la prima divisione femminile (D1). I campionati si concluderanno così come si sono interrotti il 13 marzo, la Federazione ha confermato che ci saranno promozioni e retrocessioni ma in numero limitato e concordato in seguito. Il Comitato Esecutivo, inoltre, annuncerà nei prossimi giorni un massiccio piano di supporto per il calcio amatoriale, considerando che ne fanno parte qualcosa come 14 mila compagini. L’intenzione è quella di sostenere la ripartenza nella prossima stagione. A differenza dell’Italia, dove l’attenzione è rivolta esclusivamente sulla serie A e sui tornei professionistici, in Francia hanno indicato in maniera definitiva la strada da seguire per i cosiddetti dilettanti.