Mercato, Festa al vetriolo: “Prima di invocate i diritti, qualcuno pensi a pagare”

Gianluca Festa
Tempo di lettura: 2 minuti

Avellino – Il primo cittadino di Avellino, Gianluca Festa è tornato sulla questione mercato e terminal dei bus. “Fossi nei rappresentati degli operatori del settore mi preoccuperei di verificare che tutti i loro associati siano in regola e non con i canoni pregressi con il Comune di Avellino – incalza – Prima di chiedere, ovviamente in maniera legittima, di vedere rispettati i diritti dei ‘mercatari’ bisogna osservare il proprio dovere. In questa fase non ci saranno più privilegi o privilegiati. E soprattutto se in campo c’è la salute pubblica non scendiamo a vincoli o altro”.

Non sarà difficile individuare la nuova area per il mercato – continua Festa – Serve solo la massima volontà. Un’amministrazione degna di questo nome è chiamata a decidere”. Il primo cittadino difende la ferma volontà di trasferire il terminal bus da Piazza Kennedy nei pressi di Contrada Zoccolari: “L’esigenza di demoralizzare momentaneamente il terminal bus parte da lontano – continua – Non dimentichiamo che c’è stata un’inchiesta da parte della Procura. Il mio obiettivo è trovare una soluzione ad un problema che ha durata ventennale. Da anni si parte dello spostamento dei bus, ma non è stato mai fatto nulla di concreto. La mia Amministrazione, tra i primi atti, vuole risolvere la questione. E’ una scelta, non sarà assolutamente qualcosa di definitivo. Lo spostamento servirà a tutelare i cittadini di Avellino. L’area del parcheggio dello stadio è quella più giusta ed opportuna da utilizzare in questo caso”.