Tempo di lettura: < 1 minuto

Avellino – Dopo le prime parole da tecnico dell’Avellino di Ezio Capuano ha parlato il direttore sportivo Salvatore Di Somma. “Non c’è stato nessun comportamento schizofrenico – dichiara – E’ una decisione che ho preso io personalmente. Me ne assumo completamente le responsabilità un pò accaduto con l’arrivo di Giovanni Ignoffo in estate”. “Nella giornata di ieri eravamo orientati sulla riconferma – continua Di Somma – Oggi c’è stato un ripensamento. Capuano ha voluto fortemente l’Avellino. Resterà con noi fino al prossimo giugno. I soldi per l’accordo? Avevamo una rimanenza sulla fideiussione“.

“Non ho avuto modo di parlare con Ignoffo – ammette il diesse dei lupi – Volevamo fare tutto in segreto, ma poi siamo stati scoperti. Lo staff tecnico sarà composto dal secondo di Capuano. Cinelli, Pagotto e Di Mauro restano”. “L’esonero di Giovanni è una mia sconfitta. Ci credevo tantissimo, ma dopo quattro sconfitte in cinque gare dovevamo dare una svolta. Capuano è l’uomo giusto per ripartire”. E sul futuro: “Sono già stati pagati gli stipendi di luglio agosto – continua Di Somma – A gennaio quando ci sarà il mercato interverremo per coprire qualche ruolo vacante”.