Tempo di lettura: 1 minuto

Avellino – Quattro cellulari scoperti nel carcere di Bellizzi Irpino nel giro di una settimana. L’ultimo è avvenuto nella mattinata di ieri. Ad ogni ispezione del personale della Polizia Penitenziaria spuntano i mini apparecchi usati dai detenuti per comunicare con l’esterno. Una situazione che si aggiunge alle altre criticità presenti nel penitenziario di Contrada San Oronzo, già da settimane al centro del dibattito, come anche il carcere di Ariano Irpino, per le condizioni dei detenuti.

Intanto il vero rischio è che i cellulari possano essere anche a disposizione di detenuti del settore Alta Sicurezza del penitenziario avellinese, quindi elementi della criminalità organizzata. Anche in questo caso, già nelle prossime ore un’informativa di reato e a segnalazione della vicenda saranno indirizzate alla Procura della Repubblica di Avellino e al Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria. Il vero timore è che non si metta in azione il piano preventivato dal Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria, che aveva preventivato di utilizzare appositi jammer per disturbare le frequenze e rendere inutilizzabili i cellulari all’interno del penitenziario.