- Pubblicità -
Tempo di lettura: 2 minuti

Con una nota inviata a tutti i comuni della provincia di Benevento e Avellino serviti dall’ente, l’Alto Calore Servizi annuncia un sensibile calo della portata idrica. Un problema che, come si evince dalla nota, è causato dall’impossibilità di procedere con la manutenzione ed anche dall’eventuale uso improprio ed anomalo della risorsa idrica. 

Di seguito la nota ufficiale:

“Si porta a conoscenza delle SS.LL. che lo scrivente gestore si trova a fronteggiare una situazione di forte calo delle sorgenti idriche recentemente confermato dalle indagini idro-pluviometriche effettuate presso 14 gruppi sorgivi dislocati nelle province di Avellino e Benevento, da cui si evidenzia un sensibile calo della portata (compreso tra il 44% e il 56%). 

A ciò si aggiudica che – per effetto delle limitazioni connesse alla procedura concordataria che riguarda la scrivente Società – non si è reso possibile finora rinnovare le procedure selettive per l’affidamento dei lavori di manutenzione, la qual cosa sta rendendo altamente problematici gli interventi attualmente necessari per porre rimedio alle criticità correlate alla vetustà delle reti idriche. 

Orbene, nel mentre si rassicurano le SS.LL. circa lo sforzo che la Società sta profondendo per lo “sblocco” delle manutenzioni, si invitano tutti gli Enti beneficiari del servizio di gestione a vigilare affinchè siano evitate dispersioni di acqua e sia assicurata una adeguata vigilanza rispetto ad usi impropri ed anomali della risorsa idrica.