Tempo di lettura: 2 minuti

Questo Cervinara non vuole fermarsi. C’era molta attesa alla vigilia dell’inizio del girone B di Eccellenza sull’avvio della formazione caudina, che pochi mesi fa aveva sfiorato, di pochissimo, l’accesso diretto alla Serie D, venendo eliminata solamente alla finalissima dei playoff nazionali contro i siciliani della Folgore Selinunte. In estate la squadra è stata affidata al giovane ma già esperto tecnico locale Pasquale Iuliano, il quale, dopo le prime quattro giornate, ha portato i suoi in vetta alla classifica insieme all’Agropoli con 10 punti, frutto di 3 vittorie ed un pareggio. Sabato scorso i caudini sono riusciti, dopo il successo nel derby interno contro il Solofra, a ripetersi, sul campo dell’ostica Palmese.

Così sul match di Palma Campania mister Iuliano: “Sono molto soddisfatto della prestazione dei ragazzi, che hanno approcciato il match al meglio. Non era affatto facile in un campo da sempre difficile come quello di Palma Campania ed al cospetto di una Palmese sicuramente competitiva. Abbiamo segnato due gol mettendo subito in chiaro le nostre intenzioni, senza rischiare assolutamente nulla dietro. Quello che non mi è piaciuto, invece, è stato il gol subìto nel finale. Perchè così facendo si presta sempre il fianco ad una ipotetica reazione dell’avversario. Abbiamo comunque il tempo e la motivazione per limitare ogni piccola sbavatura. Siamo appena all’inizio”.

Cervinara primo in classifica con l’Agropoli, ma Iuliano invita alla prudenza: “Dovremo continuare a ragionare giornata dopo giornata. Chiaramente questi risultati gratificano il nostro lavoro, ma dobbiamo proseguire in questo modo. Nel prossimo weekend a Cervinara arriverà un Sorrento motivato dalla prima vittoria in campionato ottenuta domenica scorsa contro il Nola. Credo che i costieri di Guarracino, a dispetto della classifica attuale, siano l’organico più forte del girone. Per questo motivo sarà una partita molto difficile, occorrerà il migliore Cervinara per vincere”. Contro i sorrentini tornerà dal turno di squalifica il duttile centrocampista Colarusso.