Tempo di lettura: 2 minuti

Avellino – Vigilia di Coppa Italia per l’Avellino, che che domani alle ore 18 affronterà la Paganese al “Marcello Torre” per il match del secondo turno. Giovanni Ignoffo ha presentato il confronto in conferenza stampa, di seguito le sue dichiarazioni. 

L’esordio – “Non abbiamo nemmeno iniziato con le amichevoli per oleare i reparti. E’ una difficoltà che è nata con noi, ma stiamo cercando di colmare. La nostra preparazione non è stata programmata a lungo termine. Siamo pronti a cercare, è difficile dirlo, attraverso le partite di Coppa Italia la giusta quadra. Onestamente sono curioso di che pasta siamo fatti. Voglio vedere una mentalità vincente da parte del gruppo”.

Mercato – “Numericamente siamo quindici tesserati più i ragazzi della Beretti. Quest’ultimi ci daranno una mano. La gestione iniziale sarà fatta soprattutto per non cercare di infortunare i calciatori. Il caldo influirà tantissimo. I cinque cambi ci daranno una grossa mano. Calaiò un lusso, ma è difficile. Non credo che possa arrivare”.

Modulo e possibile schieramento – “Il delineamento non è difficile. I giocatori sono quelli. Ci sarà qualche altro che verrà utilizzato part time visto che arrivato da poco”.

Cantiere aperto – “Abbiamo tempo fino alla fine di valutare ogni tipo di situazione per il bene dell’Avellino. Noi lavoriamo per rendere al meglio questo cantiere. Numericamente non siamo al completo. Quattro o cinque elementi mancano”.

Squadra – “Le scelte fatte dalla società sono già una garanzia. Il direttore sta facendo il massimo per creare una rosa competitiva. Voglio giocatori con grande mentalità e soprattutto che siano uomini”.

Paganese – “E’ una squadra che ha giocato bene contro il Bari, ma preferisco guardare in casa mia. In campo dobbiamo badare prima a noi poi ai nostri avversari”.