Sidigas, De Cesare conferma la volontà di vendere le due società sportive

Tempo di lettura: 2 minuti

Avellino – La parola d’ordine in casa Sidigas è una sola. Vendere. Gianandrea De Cesare, sotto consiglio dei suoi legali, ha espresso la volontà di cedere i due club. Da qui ai prossimi giorni l’imprenditore del gas dovrà fare i conti con altri problemi legati alla “casa madre”.

Nella giornata di ieri c’è stato il confronto tra il sindaco Gianluca Festa ed i commissari giudiziali, ma anche con il presidente Claudio Mauriello. Da parte della triade c’è stata la massima disponibilità visto i tempi stretti per la ripartenza delle due realtà sportive. Nelle ultime ore di oggi c’è stato un timidissimo sondaggio da parte del gruppo IBSA. Multinazionale diffusa sul territorio italiano, ma anche irpino con lo stabilimento di di Morra de Sanctis. Alla finestra resta Angelo Antonio D’Agostino con Fabrizio Preziosi (figlio del patron del Genoa, Enrico).

Entro lunedì bisognerà necessariamente ripartire. Da qui il richiamo alla base, al momento solo in pectore, per Carlo Musa e Giovanni Bucaro. In molti della passata stagione attendono una chiamata. Tra i tanti il capitano Santiago Morero desideroso di rientrare in Irpinia. E non solo. L’ipotesi, tra smentite e conferme, parla di contatti avvenuti con alcuni calciatori attraverso Salvatore Di Somma. Il tutto mentre il prossimo 31 luglio incombe dietro l’angolo. E con esso le scadenze che dovranno essere rispettate per evitare una penalizzazione.