- Pubblicità -
Tempo di lettura: 2 minuti

 

Il Governatore Vincenzo De Luca, ad Avellino per la consegna di nuovi mezzi all’Air Campania, stuzzicato rispetto al ballottaggio per il rinnovo del Consiglio comunale, ribatte con scaramanzia e, prima di definire Antonio Gengaro sindaco, preferisce aspettare il risulato delle urne.

Rivolge comunque gli auguri sia al candidato del campo largo che alla sfidante Laura Nargi, pur senza mai nominarli direttamente. Gengaro è presente all’iniziativa, con lui il consigliere regionale dem Maurizio Petracca, il collega Enzo Alaia, ma anche l’ex Presidente del Consiglio regionale Rosetta D’Amelio, il delegato del Consorzio di Bonifica del Bacino Inferiore del Volturno Francesco Todisco, il sindaco di Ariano Enrico Franza, ed altri riferimenti istituzionali della provincia di Avellino.

Nessun commento diretto nemmeno all’inchiesta giudiziaria che pende sul Comune di Avellino, con l’ex sindaco Gianluca Festa ancora agli arresti domiciliari, ma in un passaggio del suo discorso, De Luca sembra riferirsi indirettamente ad uno dei filoni di indagine che vede coinvolta l’ex amministrazione Festa ( in corsa al ballottaggio con la Nargi ndr), quella sui concorsi pubblici: “Grazie all’azione trasparente e rigorosa della Regione Campania abbiamo garantito centinaia di nuove assunzioni. Abbiamo dato lavoro a quasi mille giovani con procedure concorsuali e senza fare porcherie clientalari. E questa la vera rivoluzione.