Tempo di lettura: 3 minuti

Avellino – Seconda sconfitta di fila per l’Avellino. La formazione irpina viene infilzata dal Catanzaro per 3-1. Prima vittoria sulla panchina dei giallorossi di Grassadonia. La difesa ha fatto acqua, mortifero l’errore di Laezza in occasione del terzo goal del Catanzaro.

Primo tempo. Nei primi dieci minuti di gare le due formazioni in campo tendono a studiarsi, ma senza farsi male. Il Catanzaro al 6’ prova l’incursione in area con Kanoute, ma Illanes risponde presente deviando il pallone in calcio d’angolo. Al 18’ l’Avellino si affaccia in avanti con Charpentier. L’attaccante francese ci prova con un tocco sottomisura sul lancio di Zullo. Nessun problema per Di Gennaro. Punge l’Avellino al 21’. Conclusione dalla distanza di Micovschi, ma la sfera scheggia la traversa. La sfera termina tra i piedi di Rossetti che ci prova, Di Gennaro risponde presente. Il Catanzaro al 23’ piazza in vantaggio. Conclusione di Pinna, Abibi devia la sfera. Sul tap-in si fa trovare pronto Favalli che insacca. I padroni di casa piazzano il raddoppio con Nicastro, al 27’, che prende l’ascensore su ottimo cross di Favalli. Al 35’ si infiamma Charpentier che prova la conclusione, ma la sfera termina di poco a lato della porta difesa da Di Gennaro. Al 43′ l’Avellino riapre la gara con Di Paolantonio. Errore di Signorini, Rossetti gli ruba palla e la serve bassa per Charpentier. Il francese non ci arriva, Di Gennaro si lascia scappare la sfera e Di Paolantonio, sul secondo palo, appoggia comodamente nella porta sguarnita. Il primo tempo va in archivio con il punteggio di 2-1.

Secondo tempo. Al rientro dall’intervallo i padroni di casa si presentano in campo con lo stesso piglio del primo tempo. Kanoutè ci prova al 2’ con una bordata dalla distanza. La palla esce di un soffio sopra la porta dell’Avellino. La reazione dei lupi arriva al 51’ con l’inzuccata di Charpentier, ma il portiere di casa ci mette i guantoni. Il Catanzaro accarezza il tris al 52′. Asse Casoli, Favalli e Kanoutè. Quest’ultimo ci prova in spaccata, la sfera termina a lato. Al 20’ Charpentier viene atterrato da Pinna. Giallo per il calciatore del Catanzaro. Dal calcio di punizione ci va Micovschi con la palla che finisce alla sinistra di Di Gennaro. Al 27’ grande progressione per Charpentier, la sfera termina tra i piedi di Micovschi. Il rumeno ci prova, ma la palla termina sopra la traversa della porta dei padroni di casa. Nel momento migliore della gara arriva il tris del Catanzaro, al 33’. Laezza si lascia cadere lasciando campo libero a Kanoutè che si beve pure Abibi ed insacca. E’ il tris dei padroni di casa.

Il tabellino di Catanzaro-Avellino, 3-1

Rete: 23’pt Favalli (C), 27’pt Nicastro (C), 43’pt Di Paolantonio (A), 33’st Kanoutè (C)

Catanzaro (3-5-2): Di Gennaro; Martinelli, Signorini (37’st Figliomeni), Pinna; Statella, Tascone Nicoletti, Risolo (18’st Maita), Favalli; Casoli, Nicastro (37’st Fischnaller), Kanoute. A disp.: Mittica, Maita, Nicoletti, Giannone, Riggio, Elizalde, Novello, Fischnaller, Figliomeni, Mangni, Quaranta. All.: Grassadonia. 

Avellino (3-5-2): Abibi; Illanes (40’pt Silvestri), Zullo, Laezza; Celjak, De Marco (35’st Alfageme), Di Paolantonio, Rossetti (13’st Karic), Parisi (13’st Albadoro) ; Micovschi; Charpentier. A disp.: Tonti, Pizzella, Njie, Petrucci, Silvestri, Palmisano, Evangelista, Karic, Albadoro, Alfageme. All.: Capuano. 

Arbitro: Francesco Meraviglia di Pistoia. Assistenti: Marco Della Croce di Rimini e Salvatore Emilio Buonocore di Marsala.

Note: angoli 2-1; ammoniti: Laezza (A), Pinna (C), recupero: 0’pt – 4’st