Tempo di lettura: 2 minuti

Solofra (Av) – Continua incessante l’opera di prevenzione e repressione in ordine al contrasto di attività illecite legate al fenomeno dell’uso e spaccio di sostanze stupefacenti disposta dal Comando Provinciale dei Carabinieri di Avellino, quotidianamente impegnati per garantire sicurezza e rispetto della legalità.

L’attività condotta da Carabinieri in divisa, coadiuvati da colleghi in borghese e spesso eseguita unitamente ad unità cinofila, è mirata a dissuadere dall’uso di droghe.

Nell’ambito di tali servizi, i Carabinieri della Compagnia di Solofra hanno tratto in arresto due persone.

Si tratta di un 40enne di Montoro ed un 43enne di Prata di Principato Ultra con a carico precedenti di polizia, ritenuti rispettivamente responsabili di detenzione e coltivazione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.

In particolare, all’esito di perquisizione domiciliare:

  • i Carabinieri della Stazione di Montoro hanno sorpreso il 40enne in possesso di circa 3 grammi di eroina, confezionata in dosi, sottoposta a sequestro unitamente ad un bilancino di precisione ed alla somma contante di 450 euro, probabile provento dell’illecita attività di spaccio;
  • i Carabinieri dell’Aliquota Operativa, unitamente ai colleghi della Stazione di Pratola Serra, hanno sequestrato quattro piante di canapa indiana, recanti infiorescenze già idonee alla produzione di marijuana, che sono state sequestrate, rinvenute all’interno di un casolare abbandonato di Prata di Principato Ultra, di cui il 43enne ne aveva la materiale disponibilità.

Entrambi gli arrestati sono stati sottoposti ai domiciliari, a disposizione della Procura della Repubblica di Avellino.