Tempo di lettura: 2 minuti

Con l’approvazione da parte della Commissione “Lavori Pubblici” del Senato si è concluso positivamente l’iter   del Disegno di Legge “Disposizioni per l’istituzione di ferrovie turistiche mediante il reimpiego di linee in disuso o in corso di dismissione situate in aree di particolare pregio naturalistico o archeologico” . La nuova legge  istituisce le Ferrovie Turistiche nel territorio nazionale e  rappresenta per tutto il Paese un’autentica opportunità in termini di sviluppo turistico territoriale    .

“Per le diverse tratte ferroviarie, – scrive il deputato di Sinistra Italiana Giancarlo Giordano – in particolare del Mezzogiorno,  la nuova legge  rappresenta il riconoscimento delle potenzialità esistenti in queste realtà e lo strumento per misurarsi nella costruzione di concrete e innovative pianificazioni di sviluppo turistico, un  obiettivo di grande suggestione  che richiede, però,  un impegno fattivo e comune di tutti gli attori della filiera da quelli istituzionali a quelli del terziario emergente e dell’associazionismo.

Nell’esprimere il più vivo compiacimento – chiude la nota del deputato di Si – e  nel riconoscere  l’impegno profuso da tutte le forze politiche parlamentari nonchè dalle associazioni e dai movimenti, per giungere a questo importante risultato, ci si consenta di ricordare  che il provvedimento al Senato è stato approvato senza modifiche dopo che era stato licenziato nel mese di gennaio dalla  Camera dei Deputati accogliendo, tra gli altri, l’emendamento esclusivo presentato in seno al Comitato ristretto dall’on. Giancarlo Giordano, che ha integrato  l’elenco delle linee contenute nella proposta di legge inserendo   la nostra  “Avellino-Rocchetta Sant’Antonio”.