Tempo di lettura: 4 minuti

 

Tanti i temi affrontati questa mattina presso Piazza del Popolo dal sindaco di Avellino Gianluca Festa per il primo bilancio sui 100 giorni di amministrazione in città. Ferragosto, decoro urbano e rinnovo della macchina amministrativa: questi gli obiettivi raggiunti dalla giunta, grazie anche al lavoro con la squadra di governo.

Il primo bilancio della giunta comunale da giugno ad oggi è più che positivo e il primo cittadino per l’occasione ha voluto convocare una conferenza stampa per illustrare anche quelli che saranno i prossimi obiettivi da raggiungere nei prossimi 100 giorni.

Proprio dei prossimi obiettivi da raggiungere che il sindaco si è soffermato, dal Natale che è stato annunciato “come superiore a quello di Salerno, tanto da offuscarlo” fino alla riqualifica dell’ex Ospedale Civile di proprietà della società ospedaliera San Giuseppe Moscati.

“Ci attendono 5 anni che cambieranno la storia della città. I primi 3 mesi di amministrazione hanno dato subito il segnale di sterzata che la nostra amministrazione doveva dare dopo 20 anni di gestione scellerata” è la premessa del primo cittadino.

Poi il punto sul ferragosto avellinese. “Ringrazio la mia squadra per il grande lavoro fatto per organizzare il ferragosto. Un evento che ha coinvolto 150mila persone, rivitalizzando il commercio e ridando lustro al capoluogo. La provincia è tornata a frequentare Avellino”.

Sul decoro urbano “abbiamo trovato una situazione molto complicata” spiega il sindaco che poi prosegue: “posso dire che in questi 3 mesi abbiamo mantenuto fede agli impegni della campagna elettorale. In questi mesi abbiamo mappato le aree verdi. Avellino è davvero una citta green per gli spazi verdi che ha”.

Festa poi prosegue. “Abbiamo riorganizzato la macchina comunale, abbiamo riorganizzato gli uffici e stiamo rivedendo la macrostruttura per rendere più efficiente la macchina amministrativa. In questo devo fare i complimenti per il lavoro svolto dall’assessore al personale Laura Nargi”.

Da giugno ad oggi il sindaco e la sua amministrazione hanno dovuto affrontare anche molte difficolta, figlia della cattiva gestione delle amministrazioni passate. Ad esempio il predissesto economico in cui versa il Comune o il ritrovamento di un ordigno bellico da disinnescare.

Le vittorie di Festa non finiscono qui. In questi mesi è riuscito a salvare basket e calcio ad Avellino (Scandone e Avellino). “Si è passati dalla scomparsa della Scandone alla presenza di mille persone al Palasport Del Mauro. Mi ha fatto piacere aver visto molte famiglie. Stessa cosa per il calcio. Se pur tra mille difficoltà la stagione è iniziata”.

Un sindaco orgoglioso anche del dato sulla raccolta differenziata. “Siamo il primo capoluogo della Campania per raccolta differenziata. L’obiettivo è superare il 75% per confermare che la comunità avellinese ha acquisito una sensibilità ambientalista”.

Avellino sempre più città sostenibile secondo quanto detto durante la conferenza stampa. “Faremo degli interventi che cambieranno il volto del centro cittadino. Dobbiamo tornare a far rivivere il centro storico”. Sul progetto di riqualifica dell’ex Isochimica “la vera sfida è rientrare in possesso di quell’area e riconsegnarla all’intera città con un’azione simbolica” spera Festa.

Chiaro anche il messaggio all’opposizione. “La banda delle giovani marmotte, i rosiconi, pensavano che noi fossimo impegnati a festeggiare. Se continuano così noi governeremo non per 100 giorni ma per 100 anni. Noi abbiamo una visione, l’Enjoy city, una città nella quale chi ci vive può essere soddisfatto della qualità di vita, della fruibilità dei servizi. È un concetto di vita che deve rendere orgogliosi gli avellinesi”.

Per i prossimi 100 giorni di governo “abbiamo già organizzato il lavoro. Gli obiettivi sono: rientrare in possesso dell’ospedale civile, costruire nuove strutture sportive, riqualificare il borgo Ferrovia, completare le strutture post terremoto a Picarelli, risistemare i terminal bus, diventare il punto di riferimento in Campania per i festeggiamenti natalizi”.

L’ultima battuta è dedicata al Governatore della Campania Vincenzo De Luca. “La richiesta di finanziamenti per il post Universiade sarà uno dei momenti per comprendere se l’attenzione del Governo regionale è sempre alta o se non si sia trattato di un disguido tecnico organizzativo. Il Governatore è sempre molto attento alle esigenze dei territori, vedremo se lo sarà anche in questa occasione”.

Giuseppe Di Martino