Tempo di lettura: 2 minuti

Avellino – “Il sindaco mi ha detto che gli imprenditori irpini avrebbero dato una mano sia all’uno che all’altro”. Così Nicola Circelli durante la conferenza stampa a fiume dal ventre del Partenio-Lombardi. Dopo le parole dell’imprenditore di San Bartolomeo in Galdo è arrivata la smentita, seppur velata, da parte del sindaco Gianluca Festa: “Avevamo auspicato che, a prescindere dall’uno o dall’altro, si arrivasse alla soluzione – ammette il primo cittadino – Nel momento in cui Circelli ha voluto dare una grossa accelerata non posso essere che d’accordo. L’importante è dare tranquillità all’ambiente, ma soprattutto solidità economica. Dobbiamo monitorare e siamo vigili ma se è vero che Circelli vuole comprare e Luigi Izzo vuole vendere siamo di fronte ad una buona notizia”.

“Dalle notizie in mio possesso – svela Festa – Gli imprenditori irpini erano pronti a dare una mano nella direzione di Izzo. Nei prossimi giorno vedrò se ci sarà la possibilità di collaborare nel senso opposto. Ma sulle scelte personali il sindaco non può entrare nel merito, può solo provare a indirizzare”. Il possibile ingresso di Nicola Di Matteo: “Non mi va tanto di parlare di nomi in questa fase – spiega – Vedremo le dichiarazioni rilasciate in passato. A me piace avere interlocuzione dirette e lo farò anche in questo caso”. “Viviamo da mesi in una situazione complicata – conclude Festa – A luglio eravamo ad un passo dal baratro, ora dobbiamo salvare il club. Fatto ciò possiamo solo pensare a migliorarlo. Tra la scomparsa ed una risoluzione tampone, preferisco la seconda”.