Tempo di lettura: 2 minuti

Avellino – L’Irpinia piange la scomparsa di Ciriaco Coscia, per anni Presidente della CNA Avellino e non solo. Negli anni è stato impegnato nel mondo politico e sindacale. Ha fatto parte della Camera di Commercio, ma soprattutto è stato una figura di riferimento per la Cgil ed il comune di Atripalda.

“È stato uno dei miei maestri, ma è stato riferimento vero nell’impegno sindacale, associativo, imprenditoriale. Riferimento per chi in questa provincia ha provato a far sopravvivere un sentimento di sinistra – scrive il  consigliere delegato alle Aree Interne per la Regione Campania  Francesco Todisco –  Mi mancherà la sua capacità di saper guardare oltre e di legare le piccole cose della nostra realtà con i grandi processi. Il suo legame fra la spinta ideale e la concretezza delle scelte nella realtà. Il suo impegno per Atripalda, per la Cgil, per la Cna, per la Camera di Commercio, per l’Irpinia. Mi mancheranno la sua pazienza e la sua serenità di fronte alle cose della vita. Le medesime che ha avuto di fronte ai giorni terribili che l’hanno aggredito. Anche in questo ci ha saputo insegnare tanto”.

“Lo ricordiamo per la determinazione e la “gentilezza” nell’affrontare temi difficili e particolarmente caldi, negli anni del suo impegno sindacale – racconta Franco Fiordellisi segretario provinciale della Cgil – La sua precoce scomparsa, dopo mesi di estenuante battaglia, ci lascia il ricordo nitido di un compagno che di fronte a situazioni e scelte, anche complicate, della vita non si è mai arreso. Sino a l’altro giorno l’ho visto con quel sorriso negli occhi che raccontavano la sofferenza e nel contempo la determinazione”.