Tempo di lettura: 2 minuti

Avellino – “Affrontiamo una squadra che ha esperienza ed esterni di talento che vanno ad aggiungersi ad un pacchetto di lunghi  che possono cambiare il volto della squadra”. Così il coach dell’Olimpia Milano, Simone Pianigiani in vista del match contro la Sidigas Scandone Avellino. “Saranno playoff equilibrati, anche nel nostro caso con la prima che affronta l’ottava, ma cercheremo di rimeritarci la leadership conquistata. Sappiamo di essere una squadra forzatamente nuova. Non sappiamo se e quando tornerà Nedovic e cominceremo senza Mike James che in generale era stato la costante della nostra squadra”.

“Vedremo che scelte faranno in termini di roster. Possono giocare con due centri veri, Young e Ndiaye, con Udanoah utilizzabile in due ruoli oppure un 4 micidiale al tiro, come è Caleb Green o come è Silins. Ma noi dovremo pensare a come siamo, sfruttare i  punti di forza e compattandoci in un momento di difficoltà ulteriore. Abbiamo sempre combattuto in questa stagione, ma adesso è il momento di vivere con il senso dell’impresa. Avessimo avuto il roster attuale, con tre quinti dello starting-five ipotizzato a inizio anno fuori, senza questa maglia non avremmo avuto queste aspettative, ma questa maglia la indossiamo con orgoglio, vogliamo indossarla, consapevoli che ci siamo meritati il primo posto e con la voglia, la fame di confermarlo nei playoff”.