Tempo di lettura: 2 minuti

Avellino – Sono cinque indagati per il decesso di una novantenne avvenuto nella serata di venerdì dopo il ricovero prima al Pronto Soccorso del Moscati di Avellino e successivamente in Reparto. Un atto dovuto, quello firmato dal pm della Procura della Repubblica di Avellino Teresa Venezia, sulla base delle indagini eseguite dai militari della Stazione di Solofra e per consentire l’accertamento medico legale e anche la nomina di eventuali consulenti da parte degli indagati.

La Procura conferirà l’incarico per l’esame autoptico sulla salma della novantenne giovedì mattina, quando saranno incaricati il medico legale Elena Picciocchi e l’anatomo patologo Antonio Perna. I familiari della donna deceduta, che hanno presentato la denuncia, hanno nominato tramite il loro legale, l’avvocato Rosaria Vietri, un consulente di parte, si tratta del medico legale Giovanni Zotti.

La vicenda era finita nel mirino della Procura di Avellino, dopo la denuncia dei familiari per omicidio colposo ed eventuali negligenze da parte dei medici che hanno trattato l’anziana durante la sua degenza. La vicenda risale a venerdì sera, quando dopo il trasferimento dal Moscati dove si trovava in gravi condizioni, l’anziana è deceduta presso l’Hospice di Solofra. Nella mattinata di sabato i familiari hanno denunciato i fatti alla stazione dei Carabinieri di Solofra. E proprio i militari agli ordini del luogotenente Giuseppe Friscuolo hanno avviato gli accertamenti necessari a ricostruire eventuali responsabilità. A partire dall’acquisizione della cartella clinica della donna deceduta e su disposizione della Procura di Avellino anche a bloccare la salma.