Tempo di lettura: 2 minuti

Avellino – Ennesimo esame di maturità per l’Avellino di Piero Braglia. Al Partenio-Lombardi oggi pomeriggio arriverà la Paganese di Gianluca Grassadonia. Per i lupi non ci sarà altra scelta che la vittoria per rialzare la testa in classifica, senza dimenticare che l’eventuale successo spazzerebbe le nuvole addensate sulla testa del tecnico toscano.

Il dubbio modulo è aperto: 3-4-3 o 4-3-3. Probabile che la prima soluzione sia quella maggiormente indicata. Si va dunque con Forte tra i pali che ha bisogno di riscattarsi dopo gli ultimi errori; difesa a tre composta da Silvestri, Dossena e Bove; scelta piuttosto obbligata sulla destra con Rizzo mentre sul versante opposto a Tito; nel mezzo nessun dubbio per l’impiego di De Francesco mentre Aloi è favorito per blindare la mediana; Micovschi e Di Gaudio saranno gli esterni a supporto di Plescia. Quest’ultimo ha trovato la prima rete con la maglia dell’Avellino nella gara di mercoledì.

La Paganese non potrà contare sull’ex di turno, Castaldo. Guai al polpaccio per l’attaccante di Giugliano. In ottica formazione si va con Baioccco tra i pali; Sbampato, Schiavi, Bianchi in difesa; Zanini a destra, Manarelli sul versante opposto; al centro Tissone supportato da Firenze e l’ex Zito; ballottaggio in avanti Iannone e Piovaccari – quest’ultimo in gol nello scorso turno di campionato con il Potenza – con Guadagni confermato.

Le probabili formazioni di Avellino-Paganese (fischio d’inizio ore 14.30):

Avellino (3-4-3): Forte; Silvestri, Dossena, Bove; Rizzo, Aloi, De Francesco, Tito; Micovschi, Plescia, Di Gaudio. A disp.: Pane, Sbraga, Mignanelli, Mastalli, Matera, Ciancio, Messina, Gagliano, Maniero. All.: Braglia.

Paganese (3-5-2): Baiocco; Sbampato, Schiavi, Bianchi; Zanini, Firenze, Tissone, Zito, Manarelli; Piovaccari, Guadagni. Scanagatta A disp.: Caruso, Pellecchia, Perlingieri, Pica, Scanagatta, Viti, Vitiello, Sussi, Del Regno, Iannone. All.: Grassadonia.

Arbitro:  Daniele Rutella della sezione di Enna. Assistenti: Andrea Torresan della sezione di Bassano del Grappa e Maicol Ferrari della sezione di Rovereto. Quarto uomo: Samuele Andreano della sezione di Prato.