- Pubblicità -
Tempo di lettura: 2 minuti

Lo scorso 4 ottobre si è svolto a Napoli un incontro tra il Presidente di RFI Dario Lo Bosco, il responsabile Campania di RFI e gli esponenti della Lega, avvocati Marica Grande e Salvatore Vecchia.

All’esito fu concordata una nuova riunione per il 10 ottobre e, al termine dell’incontro di ieri, i dirigenti della Lega di Avellino hanno comunicato che RFI, dopo una proficua interlocuzione, ha affidato l’incarico per la redazione dello studio di fattibilità della piattaforma logistica impegnando la considerevole somma di 1.000.000 di euro.

Esprimo tutta la mia soddisfazione – dichiara l’avv. Marica Grande – per un risultato per la Valle Ufita che fino a ieri sembrava irraggiungibile. L’affidamento dell’incarico per la redazione del progetto costituisce il primo passo ed è frutto della grande attenzione mostrata dal Presidente di RFI che ringrazio unitamente all’On.le Massimo Casanova”.

Analoga soddisfazione espressa da Salvatore Vecchia, coordinatore provinciale della Lega di Avellino.

“Dopo i tanti dibattiti e le infinite polemiche dei mesi scorsi, raccogliamo i frutti di un lavoro che è andato avanti in silenzio ma con determinazione” dichiara il sindaco di Cassano Irpino. “Nell’incontro con il presidente Lo Bosco, favorito dall’interessamento dell’on. Casanova, è venuto fuori che non esisteva alcun progetto da poter finanziare e quindi occorreva partire con le necessarie iniziative progettuali. Oggi finalmente possiamo annunciare che è stata posta la prima simbolica pietra per la realizzazione di un’opera strategica per la Valle Ufita e l’intera Irpinia. Le cassandre sono state smentite e la Lega ha risposto a ogni dubbio con fatti concreti e risolutivi” conclude Salvatore Vecchia.