Tempo di lettura: 2 minuti

San Martino Valle Caudina (Av) – Una lettera aperta rivolta allo stato maggiore dell’Eav, l’ente che gestisce la tratta ferroviaria che collega Benevento con Napoli e passa per la Valle Caudina. Aniello Troiano, candidato sindaco per la lista “Alternativa per San Martino” indirizza una nota al presidente Umberto De Gregorio, al Direttore generale operativo Pasquale Sposito e al Direttore Trasporti Arturo Borrelli.  “L’interruzione del transito dei treni sulla tratta ferroviaria Cancello-Benevento, per i lavori di adeguamento della esistente infrastruttura agli standard nazionali, dovrebbe cessare entro il 28 febbraio del 2023, secondo quanto dichiarato da Eav». Questo l’esordio di Troiano che continua: «Da quando sono iniziati i lavori è entrato in funzione un servizio sostitutivo con i pullman. Questa estate, con tutte le difficoltà del caso, è stato comunque garantito il servizio di trasporto.

Attualmente, con l’inizio della scuola e l’aumento considerevole di passeggeri, in particolare studenti, che da San Martino vanno a scuola a Benevento, vuoi per la ridotta capienza dei pullman (causa Covid) o per l’esiguo numero di pullman disponibili, si verifica che ogni mattina, precisamente con la corsa delle 7:22, rimangono dei ragazzi a terra costringendo i genitori ad accompagnarli in macchina a Benevento.

“Il trasporto pubblico – continua il candidato sindaco -, offerto a condizioni accessibili a tutti, dovrebbe essere considerato come uno strumento per neutralizzare le disparità sociali e per conferire uguali opportunità di lavoro e d’istruzione a tutti i cittadini che non sempre possono sostenere il costo della mobilità privata, per recarsi sul luogo di lavoro o per raggiungere l’istituzione scolastica o universitaria. Parliamo di un diritto costituzionalmente sancito negli articoli 33 e 34 della Costituzione”.

“A tal fine – questo l’appello -, la Lista “Alternativa per San Martino” chiede alla dirigenza di predisporre un altro pullman, a disposizione degli studenti, almeno in questa fascia oraria per garantire il trasporto a tutti i cittadini e, naturalmente, agli studenti che ne hanno necessità”.