Tempo di lettura: 3 minuti

Pratola Serra (Av) – Attraverso una nota stampa, il circolo democratico “Moro – Berlinguer” del comune di Pratola Serra, attacca il sindaco Aufiero sulla questione lavoratori Novolegno

“Se non ci trovassimo di fronte a una situazione drammatica – si legge nella nota – che riguarda cento lavoratori e le loro famiglie, la risposta all’intervento sconclusionato e intriso di incompetenza dell’ex sindaco di Pratola Serra Aufiero dovrebbe essere diretta a dimostrare la credibilità pari a zero del pulpito dal quale pontifica.
 
Invece vogliamo semplicemente ricordargli i fatti, che egli ignora perché evidentemente già immerso in una campagna elettorale di cui lui sembra già conoscere candidati e risultati. Vogliamo richiamarlo alla realtà, perché quando la sopravvivenza di una fabbrica e il futuro dei lavoratori è messo in discussione da scelte imprenditoriali sbagliate siamo di fronte a una realtà che bisogna affrontare con serietà e responsabilità, qualità notoriamente estranee all’azione politica di Aufero.
 
La crisi della Novolegno inizia nel 2011 con i primi licenziamenti: al governo della Regione c’era Stefano Caldoro e non si hanno notizie del suo impegno in merito alla vertenza. Dall’aprile dello scorso anno, invece, il governo della Regione Campania si sta adoperando per il prolungamento della cassa integrazione, con la sollecitazione all’azienda, con gli assessori Palmeri e Marchiello, per la redazione di un piano di fattibilità volto a dare un futuro allo stabilimento attraverso il coinvolgimento di altri imprenditori. É stata piuttosto l’inerzia della Fantoni – proprietà verso la quale Aufiero sembra essere molto indulgente muovendo invece accuse a imprecisati ambientalisti – a rallentare la possibile individuazione di altri soggetti capaci di rilanciare il sito produttivo. Ma proprio la Regione, che insieme al sindaco di Montefredane Valentino Tropeano ha tenuto diversi incontri al MISE,  ha creato le condizioni affinché si aprisse uno spiraglio che è ovviamente tutto da verificare con l’analisi dei piani industriali.
 
Per questo ci sentiamo di ringraziare il Presidente della Regione Vincenzo De Luca e gli assessori Palmeri e Marchiello, il sindaco Tropeano e il sindaco di Avellino Gianluca Festa, che con il consiglio comunale dedicato al tema della Novolegno ha dato nuovo impulso alla lotta condotta da lavoratori e sindacati, questi ultimi ingiustamente attaccati da Aufiero, che ha scambiato la proposta della creazione si un polo del riciclo con la realizzazione di un biodigestore; insomma: l’incapacità di comprendere una proposta, condivisibile o meno, che si somma all’incompetenza. Come circolo PD “Moro-Berlinguer” di Pratola Serra rinnoviamo la nostra vicinanza ai lavorati della Novlegno, nella consapevolezza che le crisi industriali non si risolvono a colpi di comunicati stampa ma con le opportune azioni nelle sedi deputate”.