- Pubblicità -
Tempo di lettura: 2 minuti

Si starebbe per stringere il cerchio per individuare i due malviventi che nella mattinata di venerdì a bordo di una motocicletta hanno prima seguito un auto guidata da un imprenditore, poi sfondato con il casco il vetro per  poi cercare di impossessarsi di un borsello contenente decine di migliaia di euro.

Colpo mancato per poco anche se, dalla prima ricostruzione degli inquirenti, sarebbe stato studiato nei minimi dettagli con l’imprenditore preso di mira che, come di consueto per ragioni lavorative, si stava recando in banca per depositare molto denaro liquido.

Il fatto ha destato molto scalpore essendo avvenuto in pieno giorno e in pieno centro cittaduino, a Piazza Libertà che intanto si stava addobbando a festa per il Natale.

I due banditi hanno provato a rapinare l’uomo mentre le auto erano incolonnate per il traffico all’altezza di palazzo Ercolino, ma grazie alla tenacia del momento ( anche se ora è ancora sotto choc), la vittima ha opposto resistenza tanto da metter in fuga i banditi a mani vuote.

Poco dopo sul posto sono arrivate due pattuglie della Sezione Volanti della Questura, allertate dalla vittima e dai presenti: gi agenti sono riusciti ad intercettare la moto segnalata. Ne è nato un rocambolesco inseguimento, tra via De Sanctis e via Due Principati, ma poi i malviventi hanno fatto perdere le loro tracce. 

Ora sono sotto osservazione le telecamere di sorveglianza della zona e gli inquirenti non escludono che possano esserci anche dei complici.