Tempo di lettura: 2 minuti

Avella (Av) – La Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Salerno e Avellino diretta da Francesca Casule, il Comune di Avella e la Fondazione Avella Città d’Arte annunciano la riapertura del Parco Archeologico dell’Anfiteatro a visitatori e turisti. I dati diffusi lo scorso anno dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali hanno evidenziato un aumento esponenziale del numero di visitatori e turisti: circa 5600 gli accessi registrati dal Mibact alle aree archeologiche di Avella, che si è confermata come il sito archeologico più visitato della Provincia di Avellino. Circa 40.000 presenze sono state registrate nel corso di specifici eventi, nel corso dei quali è stato possibile visitare il centro storico e gli altri luoghi della cultura, il Castello, le chiese e il Palazzo Baronale. Durante la chiusura forzata a causa del Covid-19, gli operatori dell’ufficio turistico SIAT hanno continuato a lavorare per instaurare una rete di contatti e collaborazioni con tour operator, agenzie di viaggi e guide turistiche abilitate che proporranno ai visitatori che prediligeranno mete meno affollate immerse nel verde il patrimonio archeologico, paesaggistico e naturalistico avellano, garantendo il rispetto delle normative anticovid. 

Le informazioni utili per orari di visita e per prenotare un tour nella città d’arte sono disponibili nella home del sito www.avellarte.it oppure contattando gli operatori ai numeri 3804309703 – 3209479173 oppure via mail [email protected]