Tempo di lettura: 2 minuti

Avellino – Al termine della sconfitta, la seconda interna, per l’Avellino ha fatto il punto il direttore sportivo Salvatore Di Somma. “Ho lasciato tranquilli la squadra visto che erano demoralizzati – ammette – Era giusto che venissi io. Purtroppo le tre vittorie consecutive ci hanno fatto montare la testa. Il risultato di oggi ci riporta con i piedi per terra. E’ chiaro a tutti che il nostro obiettivo è la salvezza”.

Squadra: “Non mi pento delle scelte fatte. Avevamo bisogno di e un altro attaccante ma a causa delle difficoltà societarie non è stato possibile. Abbiamo colto al volo l’occasione di prendere Charpentier. Ho fiducia negli attaccanti, ma in tutta la squadra. In campo devono essere più cattivi sfruttando la mole di gioco. Svincolati? Rischiamo di perdere altro tempo prendendo un giocatore ad ottobre che entrerà in condizione a gennaio. Non considero il mercato estero. Rischiamo di prendere delle bidonate”.

Futuro: “Sono fiducioso per quanto mi viene detto. Aspettiamo il mese di gennaio per rinforzare la squadra. Non vedo situazioni di grande difficoltà”. “La tifoseria conosce le difficoltà. In questo momento dovremmo aiutare tutti l’Avellino. I problemi erano evidenti a priori. Nonostante ciò in queste due partite avremmo meritato certamente di più”.