Tempo di lettura: 3 minuti

di Michael Mambri

Calitri – Mancano pochi giorni allo start della V edizione dello Sponz Fest 2017. Lo slogan “ All’incontre’R – Rivoluzioni e mondi al Rovescio “ racchiuderà l’oggetto della manifestazione ideata e diretta dall’artista irpino Vinicio Capossela che si terrà a Calitri e in altre zone d’Irpinia dal 21 al 27 Agosto con ingresso gratuito.

Il programma è molto suggestivo e racchiude diversi passatempi che coinvolgono tutte le generazioni. Dalle cicloescursioni, passando per le letture di poesie e la Libera Università per Ripetenti, fino ai vari concerti che si terrano sia di sera che alle prime luci dell’alba.

Sarà un’occasione anche per visitare e scoprire l’Irpinia, infatti, come recita il titolo dello Sponz “ Racconto a Rovescio “ come Dio si è riposato l’ultimo giorno di creazione del mondo, così l’organizzazione si riposerà nel suo battesimo, concedendo a tutti i partecipanti di poter osservare attraverso un itinerario definito le bellezza della nostra terra, gustando anche prodotti enogastronomici di matrice irpina.

Nei giorni seguenti, le attività saranno molteplici e verrà dato spazio alle arti della letteratura e della musica, con la possibilità di potersi prenotare a delle lezioni specifiche che esplicano le meraviglie d’Irpinia, celate da un alone di mistero e tradizione.

Nel fine settimana invece verrà dato, nel pomeriggio, ampio spazio a delle proiezioni cinematografiche fino ad arrivare alla “ Serata Resistente “ con Once Upon a Trump in America – song of the resistance ” – di Marc Ribot e lo special guest Vinicio Capossela, che dopo il brevissimo tour insieme di inizio agosto, che ha rinnovato il profondo legame tra i due artisti, Marc Ribot risponde “Yes I can” alla chiamata di Vinicio.

Sabato largo spazio alla “ Gran Parata del 17 “ con un seguito serale nel centro storico e il terzo concerto all’alba a cura dell’artista Alessio Franchini e il Circolo dei Baccanali che si esibiranno in “Angeli con un’ala sola” – omaggio a Jeff Buckley.

Dulcis in fundo, non perché meno importante, la manifestazione cala il sipario con la “ Gran festa dei Folli “ a cura di Giovanni Di Gennaro , il quale argomenterà i riti di rovesciamento dell’ordine nel Medioevo e le feste dei folli, dopodichè ampio spazio alle danze, e per concludere si terrà la presentazione dello Sponz Fest, proprio come se fosse la prima sera … dopotutto è un percorso a rovescio!

In Alta Irpinia per storia, memoria, tradizione e abitudine si ha una percezione e un modo di affrontare il tempo diversamente da quello a cui si è abituati in altre zone d’Italia. Consigliamo quindi di affrontare i tempi dello Sponz Fest con la necessaria rilassatezza.

Per maggiori informazioni, è disponibile il sito internet dell’evento all’indirizzo https://www.sponzfest.it/2017/programma/