Tempo di lettura: < 1 minuto

La Questura di Terni ha inflitto quindici DASPO ai tifosi della Ternana. I fatti risalgono alla sfida d’andata dello scorso 23 ottobre, tra i padroni di casa e l’Avellino. Il gruppo di tifosi rossoverdi avrebbe tentato di aggredire i tifosi irpini all’uscita dal settore ospiti.

“Il gruppo, percorrendo in corteo via di porta Sant’Angelo, con i volti coperti e armati di aste – è la ricostruzione degli investigatori – si è diretto verso piazzale dell’Acciaio, dove ha fatto esplodere un petardo ed acceso fumogeni. In quel momento, i tifosi irpini non erano ancora stati fatti uscire dallo stadio e la polizia è intervenuta, ma la reazione di una parte dei facinorosi, prima di disperdersi nel fuggifuggi, è stata quella di scagliarsi contro il mezzo della polizia, danneggiandolo“.

Nei guai ultras ternani di età compresa tra 17 e 40 anni. Nei loro confronti, segnalati a vario titolo per i reati di resistenza aggravata, danneggiamento aggravato e travisamento, il questore di Terni ha disposto la misura del Daspo di durata variabile da un minimo di uno anno fino ad un massimo di dieci anni.