Tempo di lettura: 2 minuti

Salerno – Accensione termosifoni: che gli impianti siano centralizzati, autonomi o misti, la procedura deve rispettare il dettato del Decreto del Presidente della Repubblica numero 412 del 26 agosto del 1993 che regolamenta limitazioni e criteri di utilizzo degli impianti di riscaldamento in Italia. Dalla norma si evince che, in virtù delle temperature medie annue e del numero medio di giorni freddi in ogni provincia, in Italia esistono sei zone climatiche per le quali sono previste altrettante date di accensione dei termosifoni. Un po’ come la suddivisione per l’inizio dell’anno scolastico, quindi. Va ribadito che la temperatura a termosifoni accesi è fissata per convenzione in 20 gradi con due di tolleranza.

Zona A – Comprende i Comuni di Lampedusa, Linosa e Porto Empedocle. Periodo accensione: 1° dicembre 2019-31 marzo 2020 con limite orario giornaliero di sei ore.

Zona B – Province di Reggio Calabria, Crotone, Trapani, Siracusa, Palermo, Messina, Catania e Agrigento. Periodo di accensione: 1° dicembre-31 marzo, per 8 ore al giorno.

Zona C – Province di Imperia, Latina, Benevento, Caserta, Napoli, Salerno (in foto la nevicata di gennaio 2017), Bari, Lecce, Taranto, Brindisi, Catanzaro, Cosenza, Cagliari, Oristano, Sassari e Ragusa. Periodo di accensione: 15 novembre-31 marzo per un massimo di 10 ore al giorno.

Zona D – Province di Genova, La Spezia, Savona, Firenze, Grosseto, Livorno, Lucca, Pisa, Pistoia, Prato, Massa Carrara, Siena, Forlì, Ancona, Ascoli Piceno, Macerata, Pesaro, Roma, Viterbo, Terni, Avellino, Chieti, Pescara, Foggia, Isernia, Matera, Caltanissetta, Nuoro, Teramo e Vibo Valentia. Periodo di accensione: 1 novembre-14 aprile del prossimo anno per un massimo di 12 ore al giorno.

Zona E – Province di Alessandria, Asti, Aosta, Biella, Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Milano, Novara, Padova, Pavia, Sondrio, Torino, Varese, Verbania, Vercelli, Bolzano, Gorizia, Pordenone, Bologna, Ferrara, Modena, Parma, Piacenza, Ravenna, Reggio Emilia, Rimini, Rovigo,Treviso, Trieste, Udine, Verona, Vicenza, Venezia, Arezzo, Perugia, Rieti, Frosinone, L’Aquila, Campobasso, Potenza ed Enna. Periodo di accensione: 15 ottobre-14 aprile 2020 per 14 ore giornaliere.  

Zona F – Province di Cuneo, Belluno e Trento. Nessuna limitazione nell’accensione e nello spegnimento dei riscaldamenti, né sui limiti di ore giornaliere.