Tempo di lettura: 3 minuti

E’ a suo modo un giorno importante per l’Italia, che dopo quasi tre mesi elimina indistintamente ogni confine regionale e consente la libera mobilità ai suoi cittadini. Da oggi, infatti, sono consentiti gli spostamenti da una regione all’altra e gli arrivi da paesi dell’area Schengen. Per chi fa tappa in Italia, o si muove da un territorio all’altro, inoltre, non è prevista quarantena obbligatoria come accaduto nelle scorse settimane.

La Campania per l’occasione ha varato una nuova ordinanza a firma del presidente della Regione Vincenzo De Luca, che tra le altre cose ha puntualizzato alcune disposizioni relative al trasporto pubblico, ai rientri nel territorio regionale e agli spostamenti verso le isole del Golfo. Di seguito riportiamo alcuni punti, rimandando ogni approfondimento alla lettura dell’ordinanza disponibile in fondo all’articolo. 

RIENTRI IN REGIONE – A coloro che provengono da altre regioni o dall’estero che faranno ingresso nel territorio regionale fino al 15 giugno è fatto obbligo, in caso di comparsa di sintomi, di avvertire immediatamente il Dipartimento di prevenzione dell’Asl territoriale e il proprio medico di medicina generale o il pediatra di libera scelta. A tutti i viaggiatori in arrivo alle stazioni ferroviarie di Napoli, Napoli- Afragola, Salerno, Benevento, Caserta, Aversa, Battipaglia, Capaccio- Paestum, Agropoli, Vallo della Lucania, Sapri, con treni che effettuano collegamenti interregionali, o allaeroporto, è fatto obbligo di:
– sottoporsi alla rilevazione della temperatura corporea e, in caso di temperatura pari o superiore a 37,5°, a test rapido Covid-19 ed eventuale tampone, secondo le modalità organizzate presso le singole stazioni o altri luoghi, in conformità a quanto previsto con il presente provvedimento.

TRASPORTI PUBBLICI – Fatte salve le disposizioni degli enti locali competenti, è confermata nella misura del 100% la riattivazione dei servizi di trasporto pubblico locale, su ferro e su gomma, e per i servizi tpl non di linea. Per i servizi marittimi, al fine di garantire la continuità territoriale con le isole del Golfo, è disposta l’attivazione dei servizi  programmati in ordinario nella misura del 100%, fermo restante
un costante monitoraggio in raccordo con gli Enti locali interessati. 

ISOLE – Coloro che intendono imbarcarsi verso le isole sono obbligati a farlo con traghetti e aliscafi di linea dalle stazioni di Napoli Porto di Massa, Napoli Beverello, Pozzuoli, Castellamare di Stabia e Sorrento. E’ obbligatorio presentarsi all’imbarco almeno un’ora prima della partenza, per consentire i controlli. I viaggiatori, inoltre, devono necessariamente sottoporsi al test della temperatura corporea, e in caso di rilevazione superiore ai 37,5°, a test rapido Covid-19. 

LEGGI QUI IL TESTO COMPLETO DELL’ORDINANZA