- Pubblicità -
Tempo di lettura: 2 minuti


 

“Il risultato raggiunto dal Patto civico alle amministrative è di quelli importanti: un avellinese su quattro ci ha scelti, dunque i nostri voti al ballottaggio saranno determinanti”.

Così il giornalista Rai Rino Genovese che questa mattina ha convocato la stampa presso il comitato elettorale di Piazza Libertà per fare il punto della situazione dopo i confronti avuti in questi giorni con i due candidati sindaco arrivati al ballotaggio e, soprattutto, in vista della scadenza dei termini di legge per apparentamenti ufficiali (LEGGI QUI).

Genovese ha incontrato sia Antonio Gengaro che Laura Nargi, parla di confronti cordiali e costruttivi ma, è chiaro, che “ogni decisione va assunta innanzitutto con quello che ho sempre definitivo l’esercito dei 150 candidati che mi hanno accompagnato nella grande avventura della candidatura a sindaco e, non ultimo, a determinate condizioni, le nostre”, avverte il giornalista sia Gengaro che Nargi.

Nel ragionamento del girnalista Rai, tuttavia, emerge una propensione verso il progetto civico della Nargi posto che Gengaro sarebbe troppo ristretto in un ragionamento partito che si discosta dall’idea politica del Patto civico. Ma Genovese chiarisce che al momento non esclude nessun appartenamento, al contrario lo propone:  “Non posso fare accordi con chi vuole parlare esclusivamente di partiti- incalza e- Non posso discutere con chi già ha blindato le proprie giunte. Noi vogliamo compartecipare alla gestione amministrativa per l’attuazione del programma e non per mera gestione di potere. Chiediamo per il bene della città di condividere una idea di città”.

Occorre maturità politica. La nostra decisione sarà determinate”- dice in conclusione avvertendo entrambi i candidati.