- Pubblicità -
Tempo di lettura: < 1 minuto

Stiamo lavorando con grande affanno, ma il numero per quanto riguarda i medici per l’emergenza continua a scendere“.  Non ci sono buone notizie sul caso 118; anzi le notizie sono sempre rivolte al peggio. Il direttore dell’Asl Gennaro Volpe è intervenuto a commentare l’andamento della gestione del servizio medico nelle ambulanze a margine della presentazione del Catalogo delle offerte formative ed educative per le scuole, e non ha certo potuto nascondere le pesanti criticità, che paiono aggravarsi ogni giorno che passa, in merito all’essenziale servizio di emergenza della sanità pubblica sul territorio.

Il direttore Volpe ha dato solo rassicurazioni per l’ormai imminente mese di giugno, ma non ha potuto tacere la sua preoccupazione per quanto potrà accadere da luglio in poi: “In questo mese di giugno, possiamo ancora garantire il servizio, ma a partire da luglio dovremo necessariamente garantire il diritto alle ferie del personale. Assolutamente. Per ora stiamo andando avanti con un programma, speriamo che non ci siano problemi”.

Sulla Casa di Jonas, la struttura di Pacevecchia destinata ad accogliere pazienti con disabilità, Volpe ha dato appuntamento al prossimo mese di luglio per l’apertura almeno del piano destinato alla Neuropsichiatria infantile.