Tempo di lettura: 3 minuti

 

Benevento – Circa mille migranti saranno ospitati nell’ex caserma Pepicelli. L’ha annunciato il sindaco Clemente Mastella a margine della conferenza stampa ad un anno di amministrazione. “Era giusto renderlo noto alla città- ha spiegato – sono contrario, cercherò di oppormi, ma si tratta di un bene demaniale”. La questione dell’accoglienza è solo uno dei nodi che restano da sciogliere, tra questi l’organizzazione della mensa scolastica e la nomina del vicesindaco. Su questo punto, non si è fatto scappare indiscrezioni: “Per ora l’unica certezza è che percepirà un’indennità da assessore e non lo stipendio da vicesindaco.  “Abbiamo ridato speranza ad una città priva di significato” chiosa Mastella che ha illustrato i risultati ottenuti. In prima battuta l’ormai ex Amts ora Trotta bus. “Siamo riusciti a salvare tutti i posti di lavoro, razionalizzando i guadagni, risparmiando circa un milione e mezzo di euro”. Questo, ha aggiunto”Siamo riusciti a farlo gestendo nel modo giusto i parcheggi ed avviando una guerra agli abusivi”.  Buone notizie anche per i cittadini di Ponticelli: il Sindaco ha annunciato lo spostamento dei mezzi dell’Asia da Ponticelli e la concessione all’azienda di una sede propria.  Sulla questione rifiuti, ha poi chiarito: “Abbiamo diminuito la Tari del 4% e avviato un percorso di razionalizzazione dei costi prevedendo un amministratore unico”. Mastella non esclude per l’azienda una commistione pubblico-privato sul modello Gesesa. “Stiamo pensando a metterla sul mercato anche per risanare i conti dell’ente”.  Si è poi soffermato sui numerosi regolamenti adottati e sui progetti presentati dal comune “che hanno consentito di ottenere o recuperare numerosi finanziamenti, tra cui i 26,5 milioni di euro ottenuti nell’ambito del piano periferie, i 9,8 milioni di euro recuperati per il depuratore e il milione e mezzo recuperato dai fondi per il terremoto”. Diverse opere saranno poi realizzate grazie all’accordo con Terna che sarà sottoscritto nei prossimi giorni e i cui fondi saranno destinati a strade e pubblica illuminazione in 31 contrade e a interventi sui monumento cittadini (Bue Apis, Sabariani, facciata del Duomo e Arco del Sacramento). Ha quindi ricordato i fondi privati reperiti per l’illuminazione artistica dell’Arco Traiano, di Santa Sofia, della Fontana Papa Orsini e dell’Obelisco Egizio di piazza Papiniano e l’accordo raggiunto con il Benevento Calcio per l’adeguamento dello stadio Ciro Vigorito in vista del prossimo campionato di Serie A. Sul fronte della cultura dall’accordo con Terna 50 mila euro andranno al recupero dei Sabariani, 25 mila euro saranno concessi dall’imprenditore Della Valle per l’illuminazione dell’obelisco di piazza Papiniano. “Siamo la quarta città italiana per attività teatrale, riapriremo tutti i nostri teatri e quando li avremo tutti a disposizione, potremmo giocarci la nostra partita: far diventare Benevento capitale del Sud”. Questo, ha concluso, passerà prima di tutto attraverso una ripresa economica: ”Saranno 250 i posti di lavoro alle Nestlè e tante altre opportunità per i nostri giovani saranno create”.