- Pubblicità -
Tempo di lettura: 2 minuti
“Uscire di notte con una lama in tasca è l’esatto contrario del concetto di divertimento e dare vita ad una rissa, per uno sguardo di troppo o per una parola sbagliata, non è da duri che sanno farsi rispettare, ma da stupidi che rischiano di rovinare le vite proprie e altrui: ai giovani dico di riflettere e usare il cervello, alle famiglie di vigilare e non sottovalutare i segnali-spia mentre le istituzioni aumentino gli sforzi per contrastare la violenza. Noi come Amministrazione abbiamo messo in campo tante iniziative per contrastare la devianza e avviare i ragazzi verso percorsi giusti, ma di fronte a giovanissimi che escono col coltello nei pantaloni e sono pronti a usarlo in piena notte per un nonnulla, siamo tutti coinvolti in una sfida educativa”, lo scrive il Sindaco di Benevento Mastella all’indomani dell’episodio di accoltellamento avvenuto nel centro cittadino la scorsa notte.
 
“Le forze dell’ordine, in questo caso i Carabinieri, hanno svolto indagini celeri e hanno già individuato il presunto accoltellatore: a loro diciamo grazie. Degli aspetti penali si occuperanno magistratura e avvocati. L’amarezza resta: Benevento è più sicura – lo dicono i dati- di molte altre città italiane. Ma certo non c’è immunità da fenomeni come la violenza giovanile che ormai sta assumendo i contorni di un’emergenza nazionale. Alle famiglie e agli operatori della scuola dico che l’Amministrazione comunale c’è e sostiene chi vuole prevenire degenerazioni e intervenire su situazioni critiche o di vulnerabilità sociale: non arrendiamoci all’abitudine di dover considerare inevitabile ciò che non lo è”, conclude Mastella.