Tempo di lettura: 3 minuti

Benevento – La Prefettura di Benevento, a seguito dell’incendio di ieri pomeriggio nello stabilimento Sapa di via Sorlati, nel nucleo industriale di Airola, ha attivato un tavolo tecnico con la partecipazione del Capo del Dipartimento della Protezione civile, Fabrizio Curcio, il Prefetto Carlo Torlontano, il Comandante Provinciale Vigili del Fuoco, Ing. Raffaella Pizzimenti, la Direttrice del Dipartimento Provinciale dell’ARPAC – Agenzia Regionale Protezione Ambientale Campania –, Dott.ssa Elina Barricella, il dirigente Arpac Benevento, Gianluca Scoppa e il sindaco Vincenzo Falzarano: “I danni all’ambiente – ha spiegato la fascia tricolore – per fortuna non dovrebbero essere particolarmente rilevanti. Il capannone, invece, credo sia quasi irrecuperabile”. 

Il Comune di Airola ha attivato il Centro Operativo Comunale che continuerà a monitorare la situazione e a fornire ogni utile supporto alla popolazione. Sulle scuole il primo cittadino ha rassicurato le famiglie: “La situazione, almeno per il momento, pare che non sia così preoccupante. Domani non prorogherò la chiusura delle scuole, quindi si entrerà in aula regolarmente”. 

L’Arpac, con tutti gli altri enti preposti, sta costantemente monitorando l’evoluzione della situazione per gli eventuali provvedimenti che dovesse essere necessario adottare. Al momento, tenuto conto delle particolari condizioni meteorologiche, della forte ventilazione nel corso dell’evento e della conseguente diluizione dei contaminanti, è ragionevole ipotizzare livelli di inquinamento non eccessivamente preoccupanti.
I risultati acquisiti dalla rete fissa regionale di controllo della qualità dell’aria rivelano valori di pmi non superiori ai limiti di legge: “Il monitoraggio sulla qualità dell’aria prevede l’analisi in laboratorio di campioni prelevati con pompe ad alto flusso, per cui nelle prossime 18/24 ore sapremo i risultati. Al momento possiamo solo rilevare delle variazioni di qualità dell’aria in riferimento alle polveri sottili che sono avvenute in due stazioni di monitoraggio della rete fissa che sono una della città di Napoli e l’altra di Pomigliano d’Arco, le quali non destano eccessiva preoccupazione perché non sono superati i limiti di legge, ma comunque danno conto della diffusione del pennacchio di contaminazione nella serata di ieri” ha affermato Gianluca Scoppa, dirigente Arpac Benevento. “Nei prosimi giorni l’Arpac procederà anche al monitoraggio della qualità dei suoli attraverso campionamenti di top soil per verificare la possibile influenza dei prodotti della combustione ricaduti sul suolo” conclude Scoppa. 

L’incendio, al momento, pur se ancora in atto, è circoscritto e sotto controllo.
Il Prefetto ha espresso vivo apprezzamento e un sentito ringraziamento al Comandante Provinciale dei Vigili del Fuoco di Benevento, Ing. Raffaella Pizzimenti, a tutto il personale del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco del Comando Provinciale di Benevento, dei Comandi Provinciali di Napoli, Avellino e Caserta, accorsi in supporto, nonché ai rappresentanti delle Forze di Polizia e delle altre componenti istituzionali per lo straordinario lavoro svolto.
La situazione continuerà ad essere monitorata dalla Prefettura.