Tempo di lettura: 2 minuti

Il Collegio di Garanzia del Coni ha annullato le dieci giornate di squalifica al nuovo attaccante dell’Alessandria, Michele Marconi. La punta, dunque, potrà essere regolarmente in campo nel match contro il Benevento in programma alla prima giornata di campionato. Tra l’altro proprio contro la Strega lo stesso Marconi ha un precedente controverso, in quanto al debutto nel torneo cadetto di due stagioni fa sbagliò un calcio di rigore nel recupero di Pisa-Benevento fallendo l’appuntamento con la vittoria. 

Lo stop era stato imposto dal giudice sportivo e confermato dalla Corte d’Appello della Figc che avevano condannato una frase ritenuta razzista rivolta dall’attaccante all’attuale centrocampista della Salernitana, Joel Obi (all’epoca dei fatti al Chievo). 

Di seguito il comunicato ufficiale del Collegio di Garanzia del Coni, che di fatto ribalta tutto restituendo al giocatore la possibilità di scendere nuovamente in campo cancellando una brutta parentesi: 

 

“Nel giudizio iscritto al R.G. ricorsi n. 62/2021, presentato, in data 4 giugno 2021, dal sig. Michele Marconi contro la Federazione Italiana Giuoco Calcio e la Procura Federale della FIGC per l’annullamento della decisione della CFA FIGC, di cui al C.U. n. 105/A dell’11 maggio 2021, notificata in pari data, con la quale, in accoglimento del reclamo presentato dalla Procura Federale FIGC contro la decisione del Tribunale Federale Nazionale, di cui al C.U. n. 117/TFN dell’8 marzo 2021, che aveva respinto il deferimento dell’organo requirente, è stata irrogata, in capo al suddetto ricorrente, la sanzione della squalifica per 10 giornate di gara, da scontarsi in gare ufficiali della FIGC, dal 6 maggio 2021 sino, quantomeno, al 15 settembre p.v., nonché di ogni atto e provvedimento annesso, connesso, collegato e conseguente.

Accoglie il ricorso e, per l’effetto, annulla la decisione della Corte Federale d’Appello della FIGC dell’11 maggio 2021 (C.U. n. 105/A), affinchè la stessa, in diversa composizione, decida in conformità ai principi di diritto enunciati in parte motiva”