Tempo di lettura: < 1 minuto

Nuovo e definitivo disco verde dalla Regione Campania ai due lotti sanniti dell’Alta Capacità Napoli – Bari.

La giunta De Luca ha infatti approvato nelle scorse ore le due delibere di ‘localizzazione’ dell’opera.

La prima delibera riguarda la tratta Frasso Telesino-Vitulano e in particolare i lotti Frasso Telesino-Telese e Telese San Lorenzo Maggiore, la seconda la tratta Apice-Orsara e il lotto Apice-Hirpinia.

Un passaggio non di poco conto: con l’ok della Regione si avviano a conclusione le relative conferenze dei servizi e si avvicina il tempo dell’apertura dei cantieri. Cantieri già itinere, ricordiamolo, per le prime due tratte dell’opera: Napoli-Cancello e Cancello-Frasso Yelesino.

Tornando alle delibere, da sottolineare che a seguito dei tavoli tecnici riunitisi nelle scorse settimane la Regione ha messo nero su bianco l’esigenza di integrare l’opera “con il territorio e il paesaggio, anche vitivinicolo, del Sannio che costituisce una risorsa preziosa da tutelare”. Pertanto, nelle ulteriori fasi di progettazione e di attuazione “dovranno essere valutate tutte le soluzioni che comportino una mitigazione dell’impatto infrastrutturale con il contesto territoriale e paesaggistico”.

Una prescrizione che sembra voler raccogliere l’appello lanciato lo scorso novembre dal Consorzio Tutela Vini del Sannio.