Tempo di lettura: 2 minuti

Riceviamo e pubblichiamo la nota stampa dell’Associazione Altrabenevento che riportiamo di seguito: 

“La ASL di Benevento ha comunicato stamattina che i casi positivi al covid19 residenti in provincia di Benevento ad oggi sarebbero 69 di cui 3 (tre) assistiti presso abitazioni, 21 (ventuno) ricoverati al San Pio, 44 (quarantaquattro)  in “altre strutture” e 1 (uno) ricoverato  fuori provincia.

Invece l’Azienda Ospedaliera ha comunicato che i ricoveri al San Pio sono 28 di cui 22 residenti  nel Sannio ed altri 6 formalmente residenti in altre province ma da considerare comunque soprattutto se relativi a persone che hanno il domicilio o lavorano stabilmente a Benevento oppure sono assistiti a Villa Margherita. Nessuna informazione viene fornita sul numero di soggetti guariti o deceduti.

Secondo i dati ASL, sono 19 i cittadini residenti a Benevento positivi al coronavirus: 4 sono ricoverati all’Ospedale San Pio ed altri 15 sono assistiti in “altre strutture”. Quindi, secondo l’azienda sanitaria non ci sarebbero positivi covid19 in cura o in quarantena obbligatoria presso abitazioni.

Neppure il caso dei 10 tamponi positivi che il 28 marzo sono stati analizzati al San Pio è stato finora chiarito.

Con una intervista rilasciata ieri sera alla emittente televisiva TV7, il direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera, Marco Ferrante ha comunicato che presso l’ospedale di via Pacevecchia a cominciare da oggi (30 maggio) sarebbero stati analizzati i tamponi senza la necessità di inviarli in altre laboratori di analisi.

Invece, l’Unità di Crisi della Regione Campania ha comunicato con il bollettino emesso alle ore 22 del 28 marzo che presso  “l’Azienda ospedaliera San Pio, via Pacevecchia di Benevento” erano stati analizzati 25 (venticinque) tamponi dei quali 10 (dieci) con esito positivo.  Dove sono finiti quei tamponi e quei risultati?  Erano sbagliati? Si è confusa la protezione civile? 

Nella tarda serata di ieri il giornale online IL VAGLIO ha pubblicato un articolo per far notare la contraddizione ma finora Ferrante e TV7 non hanno ancora chiarito.

Il direttore generale dell’azienda ospedaliera deve anche spiegare perché a Villa Margherita il tampone è stato fatto anche ai pazienti e ai sanitari che non presentavano sintomi di contagio covid19 e invece lo stesso tipo di esame non viene effettuato per molti medici ed infermieri  del San Pio che potrebbero essere positivi asintomatici e quindi contagiare altre persone”.

Per Altrabenevento Sandra Sandrucci