Tempo di lettura: 2 minuti

Grotta – Un matrimonio annunciato, solo rimandato e oggi finalmente sancito. Wagner Amabile e il Grotta si sono detti si. Il centrocampista torna dunque a essere ufficialmente un giocatore giallorosso e dal prossimo impegno di campionato sarà a disposizione di Pasquale Ferraro

Erano due mesi e mezzo che mi allenavo con il Grotta e non riuscivamo mai a trovare la giusta strada. Finalmente siamo riusciti a trovare un accordo, volevo il Grotta fortemente, mi sono affezionato al gruppo e poi cercavo una rivincita personale. Il mio ritorno era un atto dovuto verso la gente e i tifosi dopo la finale persa due stagioni fa“.

Voglia di vincere, insomma, la stessa della compagine irpina: “Porterò la mia professionalità, l’umiltà e il mio spirito di sacrifico. Lottare su ogni pallone, sono queste le mie caratteristiche. La squadra è ottima, così come il gruppo composto da professionisti e da ragazzi seri. Sono convinto che questo Grotta dirà la sua fino alla fine, è una squadra costruita per recitare un ruolo da protagonista“.

Non mancano però i pericoli nel campionato di Promozione. Amabile fino ad ora ha visto diverse partite e si è fatto un’idea ben precisa sul cammino che dovranno affrontare gli uomini di Ferraro. “Il Grotta viene indicata come la squadra da battere, tutti contro di noi faranno allora la partita della vita. Dovremo essere bravi a giocare le gare con la giusta umiltà, affrontandole come vere e proprie finali“, conclude il neo acquisto giallorosso, “la qualità del Grotta ce l’hanno in pochi ma vedo un campionato equilibrato verso l’altro. Paolisi, San Tommaso e Baiano mi hanno fatto un’ottima impressione, senza dimenticare il Montesarchio. Ci sono tante buone squadre, la promozione si deciderà nelle ultime giornate“.