Tempo di lettura: 3 minuti

Tufara Valle (Bn) – Mercoledì 5 Febbraio a Tufara Valle nella Chiesa Maria Santissima del Carmine l’incontro con i sindaci dei cinque comuni e il comitato “Vittime sull’Appia Basta”. L’incontro è iniziato con i saluti del Parroco di Tufara Don Albert Mwise ai sindaci e alla cittadinanza, di seguito poi si sono ricordati tutti i morti sull’Appia in Tufara Valle con l’accensione delle candele per ognuna di loro. I lavori sono iniziati con l’intervento dei concittadini Mimì Cantone, che ha dato lettura del verbale dell’incontro svoltosi in prefettura, e Francesco Savoia ha mostrato una cartina stradale di Tufara Valle partendo da Apollosa, con i vari interventi proposti dal comitato strisce pedonali, rotonde, dissuasori, segnaletica.

Di seguito prendono la parola:
Il Sindaco di Roccabascerana spiega il suo incontro recente all’ANAS, e alcune cose non si possono realizzare. Su autovelox e rotonde il problema sono anche i soldi, quindi carenza di liquidità.
Prende la parola il Sindaco di Ceppaloni e rivela che esiste la possibilità con lunga attesa di far diventare l’Appia una strada ad alta incidentalità. Sì alla rotatoria ed è d’accordo sulla sicurezza dei cittadini, promette di far usufruire i soldi comunali per quanto si debba realizzare.
Prende la parola il Sindaco di San Martino Valle Caudina. Egli era già in opera prima dell’incidente per attivare l’autovelox ma ha avuto difficoltà con Anas; partire con un sistema di rotonde che parte dallo sweet cafè dove c’è l’iperstore poi autovelox, e far qualcosa per entrare in boscovico in direzione Benevento; continuare con proposte forti da indirizzare al prefetto.
Prende la parola il sindaco di Apollosa, condivide subito le proposte del comitato e ringrazia per l’invito. Nel suo territorio all’altezza del bar epanè dopo aver installato le rotonde,si sono eliminati gran parte di incidenti, ma sono molto difficili da realizzare, e si potrebbe vagliare l’ipotesi di realizzare nuna variante per far defluire anche il traffico pesante.
Per il comune di Montesarchio prende la parola il delegato del sindaco, ovvero il comandante dei vigili urbani che da piena disponibilità, da parte del comune per risolvere tutte le problematiche a tutela dei cittadini, e interviene economicamente a tutela dei cittadini.
Prossimamente si farà in occasione del Trigesimo di Maurizio D’Avola il 16 Febbraio prossimo con orario da stabilire meglio, la santa messa in suffragio e la fiaccolata dalla chiesa al luogo dell’incidente. Prossimamente le proposte si porteranno al tavolo tecnico del comitato per l’ordine e la sicurezza in prefettura, e di seguito si farà un nuovo incontro per fare il punto della situazione.