Tempo di lettura: 3 minuti

Benevento – Non è ancora definito il quadro della coalizione che sostiene la candidatura a sindaco di Angelo Moretti di Civico 22. Infatti, AltraBenevento, associazione molto attiva nella vita politica locale, prenderà una decisione definitiva circa l’eventuale sostegno a Moretti solo entro la fine del corrente mese di giugno.

Lo ha reso noto stamani lo stesso candidato di Civico 22 nel corso della Conferenza Stampa, svoltasi presso l’Orto Casa Betania, nel corso della quale ha ufficializzato la propria coalizione che lo sosterrà per la guida della città di Benevento nelle prossime elezioni di autunno.

D’altra parte, rispetto a tale incertezza circa il sostegno di AltraBenevento, per quanto riguarda invece gli altri apporti già accertati, Angelo Moretti non ha fatto proprie le perplessità da qualcuno manifestate, circa la eterogeneità politica delle Liste di sostegno. Infatti, Moretti viene sostenuto da sinistra da una lista di Rifondazione Comunista e, nello stesso, da un “endorsment” di Pasquale Viespoli, la cui storia politica si è tutta svolta sul fronte politico opposto.

Presenti anche Per e Europa Verde. All’Orto di Casa Betania è  stata presentata “Arco” composto ad oggi da Per, Europa Verde, Rifondazione Comunista e appunto Civico 22.

Nasce artefici di comunità. La politica non è nient’ altro che la costituzione di comunità. Mettere al centro la vera politica e avere nuovi legami” ha spiegato il candidato Moretti. Quest’ultimo ha spiegato: “Questo progetto nasce da una nuova visione di città. Un’idea che parte da una rivoluzione ecologista e un nuovo umanesimo”. Il candidato sindaco  ha spiegato anche il perché del no alla coalizione guidata da Luigi Diego Perifano: “Non abbiamo trovato le agibilità vere per costruire una rivoluzione ecologista. Abbiamo deciso di fare qualcosa di nuovo e dobbiamo farlo da adesso. Ci siamo trovati a dialogare per un modello di sviluppo sostenibile e sviluppo sociale. Siamo una colazione aperta“.

Sulla coabitazione di Rifondazione Comunista e il sostegno di Pasquale Viespoli: “Noi per questo siamo innovativi. Non c’è uno steccato, non c’è un recinto ma parliamo di visione. Una città verde, intelligente  e sociale. Abbiamo avuto endorsment di Viespoli che ringraziamo ma lui si è sfilato dalla competizione elettorale perché non voleva ritrovarsi nuovamente a competere nel 2021 ad avere come candidati Perifano o Mastella. Lui ha fatto un’operazione generativa. Ha aperto al futuro. Rifondazione Comunista in questo scenario politico beneventano ha visto in Civico 22 la novità concreta di cambiamento“. Moretti ha poi attaccato: “Ci sono troppe opere sociali in stato di abbandono, dagli impianti sportivi, impianti teatrali opere archeologiche. Occorre risollevarle“.

Ha preso quindi la parola Roberto Marino di Europa Verde che ha detto: “Puntiamo sulla partecipazione attiva  con idee concrete avendo capacità e competenze dovendo gestire una fase delicata di trasformazione dell’emergenza epidemiologica ad un necessario bisogno di normalità. Avremo poi a che fare con i fondi recovery e li sarà necessario di responsabilità. Moretti è stato il candidato naturale  per questo processo innovativo”.

Ha quindi preso la parola Nicola Campanile di “Per“: “Qui abbiamo trovato amore e coraggio. Abbiamo scelto la qualità, non avremmo mai sostenuto i populisti e i sovranisti. Civico 22 ha incarnato questo spirito”. Campanile ha anche spiegato come abbia interloquito con il sindaco Clemente Mastella:  “Per voleva il rinnovamento e Moretti era la persona giusta per questo processo“.

Infine per Rifondazione Comunità  è intervenuto Pietro Volpe che ha esortato anche l’altra forza politica di sinistra, Potere al Popolo di sostenere questo progetto: “Questa coalizione rappresenterà discontinuità con il passato e la vera novità delle elezioni“.