Tempo di lettura: 2 minuti

Da quanto trapela da palazzo Mosti, non saranno neanche valutate le candidature ad amministratore unico dell’Asia presentate ieri da Lucio Lonardo e Alfredo Cataudo.

Per entrambi, infatti, scatterebbero i motivi di inconferibilità dell’incarico così come disposto dal d.lgs. 39/2013. In particolare, l’articolo 7 comma 2, prevede che:

“A coloro che nei due anni precedenti siano stati componenti della giunta o del consiglio della provincia, del comune o della forma associativa tra comuni che conferisce l’incarico, ovvero a coloro che nell’anno precedente abbiano fatto parte della giunta o del consiglio di una provincia, di un comune con popolazione superiore ai 15.000 abitanti o di una forma associativa tra comuni avente la medesima popolazione, nella stessa regione dell’amministrazione locale che conferisce l’incarico, nonché a coloro che siano stati presidente o amministratore delegato di enti di diritto privato in controllo pubblico da parte di province, comuni e loro forme associative della stessa regione, non possono essere conferiti:

  1. gli incarichi amministrativi di vertice nelle amministrazioni di una provincia, di un comune con popolazione superiore ai 15.000 abitanti o di una forma associativa tra comuni avente la medesima popolazione; 
  2. gli incarichi dirigenziali nelle medesime amministrazioni di cui alla lettera a); 
  3. gli incarichi di amministratore di ente pubblico di livello provinciale o comunale; 
  4. gli incarichi di amministratore di ente di diritto privato in controllo pubblico da parte di una provincia, di un comune con popolazione superiore a 15.000 abitanti o di una forma associativa tra comuni avente la medesima popolazione.

Nel caso specifico, ricordiamo che negli ultimi due anni Lucio Lonardo è stato alla guida della stessa Asia mentre Alfredo Cataudo è stato presidente dell’Asea, la società speciale che si occupa di energia della Provincia di Benevento.

A questo punto, in linea teorica sarebbero 19 i papabili successori di Bernardino Quattrociocchi alla guida dell’azienda comunale che si occupa di rifiuti.

Di fatto, però, le attenzioni del sindaco Clemente Mastella si concentrerebbero su un paio di profili al massimo. L’attesa, comunque, è destinata a finire presto.  Con ogni probabilità, conosceremo il nome del vincitore già domani mattina, quando si riunirà il consiglio d’amministrazione dell’Asia